Innamòrati di Napoli con gli innamoràti di Napoli

Stampa/PDF

Innamòrati di Napoli con gli innamoràti di Napoli è il programma, di visite guidate da “Ciceroni illustri” affiancati da guide turistiche abilitate, visite che nella mattina del prossimo 14 febbraio illustreranno le bellezze della nostra città dalla personale chiave di lettura di uomini e donne  che, ciascuno nel proprio ambito, lavorano e vivono ispirati dall'amore per Napoli. Dai tasselli degli oltre cinquanta appuntamenti verrà fuori il volto variegato di una città che eccelle in mille campi. Napoli dell'arte, Napoli della storia, della musica, dell'alchimia, della scienza, del teatro, dei paesaggi. “Ma c'è un volto di Napoli che molti si ostinano a non vedere, nonostante si delinei ogni giorno in tutta la sua forza attraverso le scelte di vita delle persone: è la Napoli Capitale dell'antiracket e dell'impegno contro le mafie. Tre dei percorsi che compongono il programma di San Valentino presentano questa Napoli meravigliosa in tutta la sua concretezza, raccontano le storie vissute dalle tante persone che hanno deciso di resistere, di non piegarsi, si avere fiducia e di non sottomettersi a quello che viene raccontato come “il loro destino segnato”, facendo del loro personale riscatto un riscatto collettivo.”  Così l'assessore Nino Daniele presenta la sua iniziativa.

Sandro Ruotolo condurrà il gruppo di visitatori in un percorso verso Scampia, uno dei luoghi più conosciuti di Napoli per il suo degrado capovolgendo l'assunto della "bruttezza" in "bellezza" fatta di successi, di storie e riscatto in nome della legalità. La visita a Scampia parte con il bus da Palazzo San Giacomo guidata da Sandro Ruotolo, dall'ex procuratore capo Giandomenico Lepore  e dal primo dirigente della Polizia di Stato Michele Spina che negli anni caldi che hanno condotto al riscatto di Scampia hanno svolto un ruolo determinante. A bordo anche uno dei ragazzi di Scampia, Ciro Corona che con la sua associazione è molto attivo nel quartiere e gestisce il primo bene agricolo di Napoli confiscato ai clan.

Tano Grasso e Rosaria De Cicco guideranno invece la passeggiata antiracket che partirà a piedi da Piazza Montesanto e, dopo una prima tappa presso la Centrale Operativa della Questura di Napoli condurrà a visitare alcuni dei negozi che hanno coraggiosamente detto NO al racket. I visitatori gusteranno il caffè del bar Seccia, le signore conosceranno il parrucchiere Salvatore Castelluccio che le omaggerà di una “messa in piega” e si concluderà con una pizza offerta dal Ristorante Il Grifo. Ciascuna di queste tappe sarà l'occasione di ascoltare i racconti e le testimonianze di chi si è ribellato alla prepotenza delle mafie restituendo a se stesso e a tutta la città la sua dignità. Rosaria De Cicco, madrina ufficiale della associazione antiracket e protagonista della campagna “Mai più soli” che colorerà la passeggiata con letture e interpretazioni.

Marina Rippa, Corrado Taranto e Giovanni Durante racconteranno la loro Forcella, partendo dallo Spazio Comunale Piazza Forcella, luogo ormai simbolo di Forcella come luogo di cultura e  aggregazione sociale grazie soprattutto al lavoro quotidiano e instancabile di Giovanni, padre di Annalisa Durante e delle associazioni culturali che giorno dopo giorno fanno cultura con gli abitanti di Forcella e del resto della città, come Marina Rippa che insieme ad Alessandra Asuni e l'associazione Femminile plurale  ha costruito una compagnia teatrale portando le “donne di Forcella” a calcare le scene dei teatri di Napoli  e di altre città italiane. Ciascun cicerone sarà affiancato da una guida turistica abilitata.

Stampa/PDF
Innamòrati di Napoli con gli innamoràti di Napoli