Inquinamento da mercurio: la posizione dell'UE

Stampa/PDF

Il Comitato europeo dei rappresentanti permanenti (Coreper) ha approvato, a nome del Consiglio, un accordo con il Parlamento europeo sul progetto di un regolamento sul mercurio. Le nuove norme sono volte ad accrescere la protezione contro l'inquinamento causato da questa sostanza altamente tossica.

Il testo è stato concordato dalla presidenza del Consiglio e dal Parlamento europeo in occasione di un trilogo il 6 dicembre 2016.

Il mercurio rappresenta una minaccia grave e globale per la salute umana, anche a causa del metilmercurio contenuto nel pesce e nei frutti di mare. Una volta emesso nell'aria o nell'acqua, il mercurio può percorrereconsiderevoli distanze. Per questo motivo è necessario affrontare l'inquinamento da mercurio a livello internazionale.

Convenzione di Minamata

Le modifiche concordate assicureranno che la normativa dell'UE sia allineata alle norme internazionali stabilite nella convenzione di Minamata. Ciò consentirà una rapida ratifica del testo a livello di UE, preparando il terreno all'entrata in vigore del regolamento.

Amalgama dentale

A partire dal gennaio 2019 sarà consentito l'utilizzo di mercurio nell'amalgama dentale solo se è incapsulato. Inoltre a partire dal 1º luglio 2018 il suo utilizzo sarà vietato nelle cure dentarie di denti da latte, minori al di sotto dei 15 anni di età e donne in gravidanza o nel periodo di allattamento, a meno che sussistano specifiche esigenze mediche.

Il testo impone inoltre ai dentisti l'obbligo di utilizzare appositi dispositivi per evitare che il mercurio inquini l'acqua.

Entro il 30 giugno 2020 la Commissione riferirà in merito alla fattibilità dell'eliminazione graduale dell'uso di mercurio nell'amalgama dentale in un periodo successivo, preferibilmente entro il 2030. Nel frattempo gli Stati membri elaboreranno piani nazionali volti all'eliminazione graduale dell'amalgama dentale.

Utilizzo nei prodotti e nell'industria

Saranno vietate, con poche eccezioni, la fabbricazione, l'importazione e l'esportazione di prodotti contenenti mercurio, quali batterie o lampade. Lo stesso avverrà per l'utilizzo di mercurio nei processi industriali. Nuove date per l'eliminazione graduale sono state fissate per alcuni usi specifici sia nei prodotti che nei processi.

Divieti di esportazione e importazione

Le nuove norme rafforzeranno il divieto di esportazione esistente cui sono soggetti il mercurio e alcuni composti e miscele di mercurio. Limiteranno inoltre a un numero ridotto di usi l'importazione di mercurio.

Stampa/PDF
Inquinamento da mercurio: la posizione dell'UE