Italia e Perù per il 'Chan Chan'

Stampa/PDF

Il Ministero della cultura del Perù, in collaborazione con l'Istituto italiano di cultura dell'Ambasciata italiana di Lima e I’Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Cnr (Itabc-Cnr) ha organizzato la giornata di studi: ‘La misión italiana en Perú: 15 años de actividad - El Sistema de información territorial (Sit) del Parque arqueológico Chan Chan’.

Alla manifestazione, che ha avuto luogo presso il Museo de La Nación, sede del Ministero della cultura, erano presenti la direttrice del settore dei siti del patrimonio mondiale del Ministero Ana Maria Hoyle, la direttrice della ‘Dirección Desconcentrada de Cultura de La Libertad’  Maria Helena Cordoba, Daniela Lerici in rappresentanza dell’Istituto Italiano di cultura di Lima, la direttrice della Missione italiana in Perù (Itabc-Cnr) Francesca Colosi, il primo direttore della Missione, Roberto Orazi (Itabc-Cnr), Eva Savina Malinverni e Roberto Pierdicca entrambi della Università politecnica delle Marche.

L’iniziativa, che ha riscosso un ampio successo di pubblico, rappresenta un’ulteriore manifestazione della lunga collaborazione focalizzata sulla conservazione e la valorizzazione del complesso archeologico di ‘Chan Chan’ che, inscritto nella ‘World Heritage List’ dal 1986, rappresenta il più grande insediamento dell'America Latina costruito in terra cruda e si estende su un territorio di 14 kmq.

L’attività della Missione si è sviluppata soprattutto nel portare avanti l’indagine conoscitiva del vasto insediamento attraverso una vasta campagna di documentazione delle tipologie edilizie che ne determinano l’immagine architettonica e l’attivazione, anche con il coinvolgimento di organismi internazionali, di azioni mirate a far conoscere tale complesso archeologico che, pur essendo vasto e suggestivo, viene spesso dimenticato dai grandi flussi turistici.

L’uso delle tecnologie più avanzate ha portato alla realizzazione di modelli tridimensionali delle costruzioni più rappresentative, alla visione in alta definizione dei molti bassorilievi e, infine, alle dimostrazioni di realtà aumentata visibili anche su laptop o mobile. Tutto questo ha dato origine alla creazione di una specifica area del ‘Museo de Sitio’ per presentazioni multimediali.

L’azione della Missione Italiana dell’Itabc-Cnr si inquadra nella vasta attività internazionale svolta dal Cnr nei vari settori scientifici tra i quali quello dei beni culturali. In particolare, grazie al sostegno finanziario del Cnr, negli anni 2017-2018 è stato attivato un laboratorio archeologico congiunto tra l’Italia e il Paese ospitante.

Stampa/PDF
Italia e Perù per il 'Chan Chan'