“L’Alfasuin” di Giovanni Iozzoli

Stampa/PDF

Nella sede della Fondazione Premio Napoli, al primo piano di Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito, sarà presentato il libro “L’Alfasuin” di Giovanni Iozzoli (Sensibili alle Foglie Edizioni). A introdurre l’incontro con l’autore sarà Domenico Ciruzzi, presidente della Fondazione Premio Napoli. Interverrà lo sceneggiatore e regista Maurizio Braucci, componente della giuria tecnica del Premio Napoli.

Il libro

Una dinastia di prosciuttai milionari. Una famiglia mafiosa in cerca di rispettabilità. Centinaia di lavoratori giunti da ogni parte del mondo per disossare e rifilare cosce di maiali. Dove possono incrociare tutti costoro i propri destini? All’Alfasuin, storica azienda modenese del prosciutto, padrona di un territorio fondato sulla centralità dei salumi e sulla pace sociale. Un passato glorioso e mitizzato, un presente indecifrabile: lungo l’arco di vent’anni i protagonisti si agitano frenetici dentro un modello e un mondo che si va sgretolando. Dalla retorica dell’eccellenza italiana emerge una cruda realtà: il preziosissimo maiale di cui “non si butta via niente” è il lavoro vivo, sempre più spremuto, sfruttato e impoverito. Fino al giorno in cui gli schiavi del prosciutto decidono di alzare la testa. E il tempo della crisi diventa il tempo della rivolta.

L’autore

Giovanni Iozzoli è campano e vive a Modena. Negli anni Novanta è stato tra i fondatori dell’esperienza di Officina 99 a Napoli. Ha pubblicato quattro romanzi e scritto contributi per “Il Manifesto” e altre testate. È redattore di “Carmilla”.

Stampa/PDF
“L’Alfasuin” di Giovanni Iozzoli