L'E-health in Italia

Stampa/PDF

E’ stata presentata a Roma, presso la sede di Federfarma, la Guida Telemedicina Italia 2017, realizzata dal Movimento Difesa del Cittadino in collaborazione con Federfarma.

In apertura del Convegno i saluti di Osvaldo Moltedo, Segretario Nazionale Federfarma, e di Francesco Luongo, Presidente Nazionale del Movimento Difesa del Cittadino.

Sono particolarmente orgoglioso di questa guida, che costituisce un ulteriore passo verso un ambizioso obiettivo, ovvero quello di garantire una adeguata informazione al cittadino, attraverso canali informativi tradizionali ed innovativi che sfruttino la pervasività del digitale”, ha dichiarato Francesco Luongo. “La rivoluzione digitale ha coinvolto anche il nostro bene più prezioso, ovvero la salute, tanto che ad oggi ci sono oltre 165.000 App che possiamo scaricare sul nostro smartphone per avere a portata di click alcuni importanti servizi sanitari. Dalla misurazione della pressione alla prenotazione di visite specialistiche, dal controllo in remoto dei pazienti alla consulenza del pediatra, la telemedicina è ormai una realtà anche in Italia e, secondo il Politecnico di Milano, nel 2016 il 51% degli Italiani ha usato un servizio online in ambito sanitario”.

Anche per Osvaldo Moltedo, segretario nazionale di Federfarma, la digitalizzazione è uno dei fattori che più ha favorito l’innovazione nel servizio sanitario italiano. “Già da anni le farmacie sono impegnate in un processo di informatizzazione della propria rete. Fin dal 1999 trasmettono al Ministero dell’economia tutti i dati delle ricette di farmaci prescritti in regime di SSN, permettendo alla parte pubblica di sapere in qualsiasi momento quanti e quali farmaci sono stati consegnati tramite le farmacie ai cittadini e con quali costi. Le farmaciecontinua Moltedo - utilizzano piattaforme web per l’erogazione di farmaci acquistati dalle ASL (WebDPC) e di presidi di assistenza integrativa (WebCare), che consentono al cittadino di ritirare nella farmacia sotto casa i prodotti di cui ha bisogno. Questo consente di monitorare consumi e costi, riducendo gli sprechi. Grazie a piattaforme elaborate da Promofarma, società di servizi di Federfarma, le farmacie erogano servizi come la telemedicina, la fornitura di prestazioni di infermieri e fisioterapisti, la verifica del corretto uso del farmaco e dell’aderenza alla terapia.”

Alla presentazione della Guida, a cura di Livia Zollo, Responsabile Progetti del Movimento Difesa del Cittadino, ha fatto seguito la Tavola Rotonda “L’E-health in Italia tra innovazione e disinformazione". Il nuovo ruolo delle Istituzioni e delle Startup per la salute dei cittadini”, un’occasione di scambio e di dibattito tra i leader del settore sanitario, che si sono confrontati su un tema che sarà sempre più centrale nel futuro del nostro sistema sanitario nazionale.

Coordinata da Riccardo Quintili, Direttore del Salvagente, la Tavola Rotonda ha visto la partecipazione del Dott. Daniele D’Angelo direttore di Promofarma, del Dott. Mauro Grigioni, Istituto Superiore Sanità, del Rappresentante della Federazione nazionale medici generici, della Dott.ssa Roberta Serroni, Dirigente MISE DGMCCVNT- Div. XII, Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti –CNCU, della Dott.ssa Chiara Sgarbossa, Politecnico di Milano, in collegamento da Milano e del Dott. Davide Sirago, della Startup Carepy, premiata come miglior Startup dal Digital Awards 2017.

Stampa/PDF
L'E-health in Italia