L’etnofunk di Ciccio Merolla

Stampa/PDF
Chiude in bellezza la rassegna Sound of the City, organizzata dalla Jesce Sole con il Teatro Sannazaro,  che ha portato la musica made in Naples nello storico teatro del salotto di Napoli.  

L'ultimo appuntamento sarà con il talento di Ciccio Merolla, re del groove che con le sue percussioni, le sue rime, il suo carisma, regalerà al pubblico uno spettacolo indimenticabile.
 
Percussionista, cantante, autore, musicista carismatico dallo stile inconfondibile, uno dei più accreditati nel panorama musicale,Ciccio Merolla, ad un anno dal grande successo del suo one man show “Sonosolosuono”, ritorna nel teatro storico situato nel salotto di Napoli, questa volta con la sua band in formazione completa e tanti ospiti per ripercorrere insieme al pubblico le tappe salienti della sua carriera ventennale. Dalle atmosfere Medio Orientali, culla dei suoni del Mediterraneo, ai ritmi di Partenope, città natia del musicista, passando per la contemporaneità dell’etno rap, Ciccio Merolla offrirà uno spettacolo unico in cui i virtuosismi degli assoli di percussioni si alterneranno ai suoi brani di successo, passando per gli omaggi ai pilastri della canzone napoletana come Carosone, fino a proporre alcuni nuovi brani che faranno parte del prossimo progetto discografico, attualmente in lavorazione. Ci saranno inoltre intermezzi di body percussion in cui Ciccio Merolla darà prova di virtuosismo ed ironia.
 
Un concerto inedito dunque, pensato ad hoc per una location teatrale come quella del Sannazaro: “Quando noi siamo accordati con l’universo, possiamo far uscire il suono giusto. Il teatro è il massimo della sonorità, supera ogni impianto acustico possibile, è un bozzolo che esalta la percezione” – afferma Merolla, anticipando le sensazioni che solo un luogo magico come il teatro sono in grado di restituire all’ascoltatore che diventa un tutt’uno con i musicisti che si esibiscono sul palco, così vicini al pubblico da abbattere anche le ultime barriere fisiche, regalando una sintonia straordinaria.
 
Insieme a Ciccio Merolla saliranno sul palco del Sannazaro: Giuseppe Spinelli (chitarre); Antonio Esposito (batteria), Paolo Sessa (piano e keyboards);Gianfranco Campagnoli (tromba), Dario Spinelli (basso), Andrea Oluwong Esposito( dubmaster); special guest: Brunella Selo, Speaker Cenzou, PeppOh.

Chiude in bellezza la rassegna Sound of the City, organizzata dalla Jesce Sole con il Teatro Sannazaro,  che ha portato la musica made in Naples nello storico teatro del salotto di Napoli.  L'ultimo appuntamento sarà con il talento di Ciccio Merolla, re del groove che, giovedì 26 aprile, con le sue percussioni, le sue rime, il suo carisma, regalerà al pubblico uno spettacolo indimenticabile.  (costo biglietto 12 euro piùd.p.).

Percussionista, cantante, autore, musicista carismatico dallo stile inconfondibile, uno dei più accreditati nel panorama musicale,Ciccio Merolla, ad un anno dal grande successo del suo one man show “Sonosolosuono”, ritorna nel teatro storico situato nel salotto di Napoli, questa volta con la sua band in formazione completa e tanti ospiti per ripercorrere insieme al pubblico le tappe salienti della sua carriera ventennale.Dalle atmosfere Medio Orientali, culla dei suoni del Mediterraneo, ai ritmi di Partenope, città natia del musicista, passando per la contemporaneità dell’etno rap, Ciccio Merolla offrirà uno spettacolo unico in cui i virtuosismi degli assoli di percussioni si alterneranno ai suoi brani di successo, passando per gli omaggi ai pilastri della canzone napoletana come Carosone, fino a proporre alcuni nuovi brani che faranno parte del prossimo progetto discografico, attualmente in lavorazione. Ci saranno inoltre intermezzi di body percussion in cui Ciccio Merolla darà prova di virtuosismo ed ironia.

Un concerto inedito dunque, pensato ad hoc per una location teatrale come quella del Sannazaro: “Quando noi siamo accordati con l’universo, possiamo far uscire il suono giusto. Il teatro è il massimo della sonorità, supera ogni impianto acustico possibile, è un bozzolo che esalta la percezione” – afferma Merolla, anticipando le sensazioni che solo un luogo magico come il teatro sono in grado di restituire all’ascoltatore che diventa un tutt’uno con i musicisti che si esibiscono sul palco, così vicini al pubblico da abbattere anche le ultime barriere fisiche, regalando una sintonia straordinaria.

Insieme a Ciccio Merolla saliranno sul palco del Sannazaro : 

Giuseppe Spinelli (chitarre); Antonio Esposito (batteria), Paolo Sessa (piano e keyboards);Gianfranco Campagnoli (tromba), Dario Spinelli (basso), Andrea Oluwong Esposito( dubmaster); special guest: Brunella Selo, Speaker Cenzou, PeppOh.

Stampa/PDF
L’etnofunk di Ciccio Merolla