L'EUROPA E I GIOVANI: TANTE SCELTE PER IL FUTURO

Stampa/PDF
Garanzia giovani, Erasmus +, borse Marie Curie, contributi del Consiglio europeo della ricerca, tirocini presso le istituzioni comunitarie, servizio civile volontario all’estero. Sono alcuni dei temi dell’incontro “Opportunità di formazione, lavoro e mobilità per i giovani in Europa” proposto dall’Ufficio informazioni del Parlamento europeo a Milano e dalla Fast, Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche presso il Centro congressi Fast di p.Le R. Morandi 2 a Milano. 

I giovani maturandi, universitari e neolaureati che vogliono conoscere le occasioni migliori e/o intraprendere un’esperienza all’estero, sono invitati ad intervenire attivamente, porre quesiti e condividere idee e proposte con gli esperti e i rappresentanti delle istituzioni. L’evento arricchisce il programma di collaborazione della Federazione con gli organismi europei. 

Il convegno illustra le diverse attività e le iniziative di mobilità per i giovani in Europa nel campo dell’istruzione, della formazione e del lavoro; fa conoscere i programmi per la realizzazione di esperienze di studio, tirocinio, ricerca, volontariato; presenta gli strumenti avviati per il periodo 2014-2020, le testimonianze di quanti hanno già beneficiato delle diverse azioni, nonché le associazioni e i punti di contatto sul territorio a cui rivolgersi. L’iniziativa si inserisce a pieno titolo nell’attività della Fast di promozione dei programmi europei per i giovani e nel coinvolgimento in progetti per il trasferimento tecnologico e la ricerca, con attenzione alla diffusione e valorizzazione dei risultati.

Riguarda, poi, gli studenti l’evento I giovani e le scienze dell’11-13 aprile, selezione italiana per il 27° Eucys, il Concorso dell’Unione europea dei giovani scienziati, ma pure per i più prestigiosi appuntamenti internazionali delle ragazze e dei ragazzi più meritevoli. Ed Eucys ritorna a Milano, dopo l’edizione del 1997, ancora una volta organizzato dalla Fast, dal 17 al 22 settembre durante l’Expo 2015.

Grazie all’ammissione di un progetto in più per paese, purché sul tema dell’Esposizione Universale “Nutrire il pianeta. Energia per la vita” sarà il più grande appuntamento nella storia di questa manifestazione. L’impegno per il trasferimento tecnologico è confermato dal lavoro della Federazione in Enterprise Europe Network, la più grande rete comunitaria, cofinanziata dalla Direzione generale Impresa, a supporto delle piccole e medie aziende. Con più di 600 organizzazioni operanti in 54 paesi, la rete aiuta le imprese minori a promuovere prodotti e ad accedere a nuovi mercati, informandole sulle opportunità offerte dall’Unione. La struttura è presente in Lombardia e in Emilia Romagna attraverso il consorzio Simpler. Ricordando i progetti con il coinvolgimento di Fast, si segnala la conclusione a dicembre di Code 2 (Cogeneration Observatory and Dissemination Europe 2) sulla roadmap per la cogenerazione nei 28 stati dell’Unione. A febbraio è terminato H2 Trust (Development of H2 Safety Diligence Expert Groups and Tools for public awareness and trust in hydrogen technologies and applications). Sempre nel settore idrogeno sono ancora in svolgimento, grazie al cofinanziamento di Fch Ju: . Knowhy (Improving the knowledge of hydrogen and fuel cell technology for technicians and workers) . Hylift (Large scale demonstration of fuel cell powered material handling vehicles) . Don Quichote (Demonstration of new qualitative concept of hydrogen out of wind turbine electricity) . Alkammonia (Ammonia fuelled alkaline fuel cells for remote power applications) . Hyresponse (European Hydrogen Emergency Response training programme for First Responders) . Power-up (Demonstraton of 500 kWe alkaline fuel cell system with heat capture).
Stampa/PDF
L'EUROPA E I GIOVANI: TANTE SCELTE PER IL FUTURO