L'incredibile bio-diversità del Messico

Stampa/PDF

L’incredibile bio-diversità che caratterizza il Messico è uno dei grandi punti di forza di questo meraviglioso stato, dove convivono montagne innevate, foreste tropicali, deserti di cactus e mari ricchi di diverse specie marine.

In questa terra in cui si possono scoprire paesaggi mozzafiato, ecco le 5 migliori esperienze consigliate dall’Ente del Turismo locale per dare alla propria vacanza un tocco unico di wildlife:

1. Osservare i fenicotteri di Celestún

Alla riserva Celestún, tinta di rosa, i fenicotteri sono i padroni di casa. Si ritiene che il 90% dei fenicotteri del mondo migri nel Golfo del Messico per accoppiarsi tra marzo e aprile, colorando tutta la zona. Celestún è la località ideale per chiunque desideri scappare dalla confusione della città e godersi la natura; la sua principale attrattiva è La Reserva de la Biósfera Ría, una delle zone naturali più belle dello stato dello Yucatán, dove si possono incontrare oltre 300 specie di uccelli, come le garzette, i pellicani, gli aironi e una colonia di fenicotteri che supera i 1000 esemplari.

Sapevi che… i piccoli di fenicottero nascono bianchi ed è l'accumulo di carotene nei crostacei di cui si nutrono che dà loro il bellissimo piumaggio rosa?

2. Migrazione delle farfalle monarca

Tra ottobre e marzo avviene la spettacolare migrazione delle farfalle monarca nelle foreste d’alta quota nello stato del Michoacán. Circa 300 milioni di farfalle si spostano tutte insieme dal freddo del Canada al caldo della California ed infine in Messico; esplorando la foresta messicana le si potrà osservare mentre stanno appese agli alberi prima di liberarsi nell’aria, creando uno spettacolo di ali colorate vibranti.

3. A “caccia” di balene grigie

Ogni anno, circa 20.000 balene grigie compiono un viaggio epico di  ben 9.656 km, dall’Alaska al Messico, per poi tornare indietro. Questi incredibili giganti si spostano dalle acque ricche di cibo del mare di Bering per arrivare nelle lagune della Bassa California tra novembre e marzo per accoppiarsi e riprodursi. Nello stato della Bassa California del Sud le zone principali pin cui dedicarsi al whale watching sono la laguna Ojo de LiebreGuerrero Negro, la laguna di San Ignacio e la Baia di Magdalena. Queste zone si trovano tutte all'interno del Parque Ecológico Vizcaíno, dichiarato zona protetta nel 1988 proprio per via delle numerose balene grigie che la popolano.

4. Camminare in un mare ucciole

Nei mesi di giugno, luglio e agosto si può assistere allo spettacolo delle lucciole a Espolón, Sierra Nevada, nello stato di Tlaxcala. Le pendici dei vulcani Popocatepetl e Iztaccìhuatl ospitano una vasta popolazione di lucciole che arriva qui ogni anno per accoppiarsi. Quando cala la notte, è possibile vedere gli esemplari femmina di lucciole che si illuminano per richiamare i maschi, cui volano vicini per richiamare la loro attenzione e riprodursi. Camminare lungo i sentieri di un bosco illuminato solamente dal cielo stellato e dalle lucciole e in cui è possibile sentire solo il dolce soffiare del vento e i versi degli animali sarà un'esperienza davvero indimenticabile.

5. Nuotare con gli squali balena

Ogni anno circa 250 squali balena si ritrovano fra giugno e settembre nel braccio di mare fra Isla Mujeres e Isla Contoy, vicino a Cancún, dove le acque sono sempre cristalline e branchi di squali balena trovano le migliori condizioni per accoppiarsi. Questo è il periodo dell’anno perfetto per nuotare a fianco dei pesci più grandi del mondo: la loro lunghezza varia fra i 12 e i 14 metri e la loro incredibile tranquillità renderà l’esperienza di snorkeling davvero unica ed emozionane. 

Stampa/PDF
L'incredibile bio-diversità del Messico