L'UE e le sue missioni in Palestina

Stampa/PDF

Il Consiglio Europeo ha esteso il mandato dell'Ufficio di coordinamento dell'UE per il sostegno della polizia palestinese (EUPOL COPPS), nonché il mandato della missione di assistenza alle frontiere dell'UE per il valico di Rafah (EU BAM Rafah), fino al 30 giugno 2019.

Questi le missioni fanno parte di più ampi 
sforzi dell'UE a sostegno della costruzione dello stato palestinese nel contesto dell'elaborazione di una risoluzione globale del conflitto israelo-palestinese basato su una soluzione a due stati.

L'EUPOL COPPS ha assistito l'Autorità palestinese nella costruzione delle istituzioni di un futuro stato di Palestina nei settori della polizia e della giustizia penale dal gennaio 2006. Attraverso il suo contributo alla riforma del settore della sicurezza e della giustizia, la missione sostiene gli sforzi per aumentare la sicurezza del Popolazione palestinese e rafforzare lo stato di diritto. Circa 12,67 milioni di euro sono stati assegnati per le attività della missione tra il 1 ° luglio 2018 e il 30 giugno 2019.

Il Consiglio ha anche prorogato il mandato di EU BAM Rafah fino al 30 giugno 2019. La missione ha l'incarico di fornire una presenza di terze parti al valico di Rafah per contribuire a rafforzare la fiducia tra il governo di Israele e l'Autorità palestinese, anche attraverso la costruzione del Capacità palestinese su tutti gli aspetti della gestione delle frontiere a Rafah. 

La missione mantiene la disponibilità a ridistribuire al valico di Rafah una volta che la situazione politica e di sicurezza lo consente. Il bilancio della missione per il periodo compreso tra il 1 ° luglio 2018 e il 30 giugno 2019 ammonta a 2,04 milioni di euro.

Stampa/PDF
L'UE e le sue missioni in Palestina