L'UE sull'unione dei mercati dei capitali

Stampa/PDF

Il Consiglio Europeo ha approvato la sua posizione negoziale sulle modifiche alle norme UE volte a promuovere gli investimenti nel capitale di rischio e nelle imprese sociali.

Il Comitato dei rappresentanti permanenti, a nome del Consiglio, ha chiesto alla presidenza entrante di avviare colloqui con il Parlamento europeo, una volta che il Parlamento avrà approvato la sua posizione.

Il regolamento proposto rientra nel piano dell'UE volto a sviluppare un'Unione dei mercati dei capitali pienamente funzionante, diversificare le fonti di finanziamento per le imprese europee e i progetti a lungo termine ed è inoltre collegato al piano di investimenti per l'Europa.

Due tipi di fondi 

La proposta si prefigge di rendere disponibili i fondi europei per il capitale di rischio (EuVECA) e i fondi europei per l’imprenditoria sociale (EuSEF) ai gestori di fondi di tutte le dimensioni. Essa, modificando i regolamenti 345/2013 e 346/2013, amplia la gamma di imprese in cui i fondi EuVECA ed EuSEF possono investire e rende inoltre meno onerosa e più facile la commercializzazione transfrontaliera di tali fondi.

Le strutture dei fondi EuVECA ed EuSEF sono state create nel 2013 per offrire nuove opportunità di raccogliere capitale rispettivamente alle:

  • imprese giovani e innovative
  • imprese aventi lo scopo di generare un impatto sociale positivo

I regolamenti 345/2013 e 346/2013 stabiliscono i requisiti per i gestori di organismi di investimento collettivo che desiderano utilizzare le denominazioni EuVECA ed EuSEF per la commercializzazione dei loro fondi.

La carenza di finanziamenti 

La disponibilità di finanziamenti per le PMI è un fattore importante per la loro crescita e il loro sviluppo, tuttavia le banche non sono sempre in grado di sostenere le loro esigenze di finanziamento. La carenza di finanziamenti è stata ripetutamente citata quale ostacolo alla crescita economica.

Il ritardo dell'UE rispetto agli Stati Uniti per quanto riguarda il capitale di rischio sta crescendo ulteriormente. Secondo la Commissione, se i mercati dei capitali di rischio dell'UE avessero avuto lo stesso livello di sviluppo come negli USA, tra il 2009 e il 2014 sarebbero stati disponibili fino a 90 miliardi di EUR di fondi per finanziare le imprese.

Stampa/PDF
L'UE sull'unione dei mercati dei capitali