L'Unione europea sostiene il Mali

Stampa/PDF

Il Consiglio ha adottato una decisione che autorizza un'azione di stabilizzazione nelle regioni del centro del Mali, nei governatorati del Mopti e Segou. In risposta alla richiesta delle autorità maliane, l'Unione europea (UE) ha deciso di dispiegare una squadra di esperti per sostenere le politiche e i piani nazionali maliani volti a lottare contro l'insicurezza crescente e a ripristinare e sviluppare l'amministrazione civile in tali regioni. L'obiettivo principale dell'azione è contribuire a consolidare e sostenere la democrazia, lo stato di diritto, i diritti umani e la parità di genere mediante il rafforzamento della governance generale nella regione a vantaggio delle popolazioni locali.

La squadra di stabilizzazione dell'UE avrà il compito di fornire consulenza alle autorità maliane nel Mopti e Segou sulle questioni relative alla governance e di sostenere la pianificazione e l'attuazione, da parte delle autorità maliane, di attività volte al ritorno dell'amministrazione civile e dei servizi di base nella regione. In particolare, potrà appoggiare un dialogo rafforzato tra le autorità maliane e le popolazioni locali.

La squadra di stabilizzazione sarà composta da dieci persone e disporrà di un bilancio di 3,25 milioni di EUR per una fase operativa iniziale di un anno. Sarà basata presso la delegazione dell'UE in Mali e opererà a Bamako, Mopti e Segou. L'azione completa le iniziative della delegazione dell'UE in Mali e delle missioni in ambito PSDC ivi dispiegate, EUCAP Sahel Mali e EUTM Mali, e si inserisce nell'approccio integrato dell'UE in Mali. La squadra di stabilizzazione lavorerà anche in stretta collaborazione con gli altri attori internazionali presenti nella regione, in particolare la missione multidimensionale integrata di stabilizzazione delle Nazioni Unite in Mali (MINUSMA).

Stampa/PDF
L'Unione europea sostiene il Mali