LA CAMORRA E L'ANTIRACKET

Stampa/PDF
Mercoledì 3 dicembre alle ore 18 presso la libreria iocisto, in via Cimarosa 20 a Napoli, si terrà la presentazione del Volume “La camorra e l’antiracket” di Nino Daniele, Antonio Florio, Tano Grasso. Introduzione a cura di Amalia Grasso e Nives Monda, socie di iocisto,  relazionano Aldo Masullo, filosofo italiano, già Deputato e Senatore della Repubblica nel 1994 e Isaia Sales, professore ordinario di Storia delle Mafie presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.
Gli autori Nino Daniele e Tano Grasso saranno presenti in sala con i loro lettori.

Il libro
Nella città di Ercolano dal 2003 al 2009 si sono verificati oltre 60 omicidi di camorra in una della faide tra clan più feroci che si ricordi in Campania. Questo libro è rivolto a chi crede che la camorra si possa combattere. Nino Daniele e Antonio Di Florio, rispettivamente sindaco e comandante della tenenza dei carabinieri di Ercolano, con il loro lavoro hanno dimo¬strato che si può (e si deve) scegliere la legalità contro il crimine e la prepotenza. Passo dopo passo hanno riportato i territori occupati dalla criminalità organizzata sotto l’egida dello Stato. Grazie all’esperienza di Tano Grasso ed alla strategia della Fai (Federa¬zione antiracket italiana) si è costituita una rete associativa divenuta, nel tempo, la casa di tutti quelli che volevano combattere “o’ sistema” e che ha reso possibile la svolta della “liberazione”. Le loro armi sono state la fiducia, la solidarietà e la legge. Senza dimenti¬care però che la camorra è anche un problema di linguaggio, di simboli, di ideologie. Arricchisce il volume, infatti, il glossario antiracket di Tano Grasso dove ogni parola ha un significato non solo etimologico ma evoca episodi di vita vera e valori: nelle strade come in trincea; nei tribunali pe¬nali come in un luogo di pace.

Gli autori
Tano Grasso (1958), deputato e componente della Commissione parlamentare antimafia nell’XI e nella XII legislatura (1992-96), ha ricoperto il ruolo di Commissario per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura dal 1999 al 2001 e di consulente dei comuni di Roma e di Napoli. E’ professore a contratto di “Storia e dinamiche della mafia” presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Catanzaro.

Gaetano Daniele, nato a Napoli, è stato consigliere comunale di Napoli dal 1977 al 1993, consigliere regionale della Campania dal 1995 al 2005 e vice presidente della Giunta Regionale. Dal 2005 al 2010 è stato sindaco di Ercolano. Ha ricoperto l'incarico di Presidente regionale e di componente della Direzione Nazionale dell'ANCI.

Antonio Di Florio, nato a Salerno, dal 2004 al 2008 al comando della Tenenza carabinieri di Ercolano (NA) dove indebolisce sensibilmente, con arresti, denunce, confische patrimoniali, i clan locali, riceve il 5 novembre 2008 la cittadinanza onoraria della città per gli importanti risultati conseguiti contro la camorra.
Stampa/PDF
LA CAMORRA E L'ANTIRACKET