La direttiva dell'unione sulla Lotta al Terrorismo

Stampa/PDF
La Presidenza olandese del Consiglio d'Europa avvierà negoziati con il Parlamento europeo per giungere breve ad emanare una nuova direttiva sul fronte del combattimento alle organizzazioni terroristiche.

La proposta di direttiva rafforza il quadro giuridico dell'UE nella prevenzione degli attacchi terroristici criminalizzando gli atti preparatori come la formazione e viaggiare all'esteroa fini terroristici - da cui affrontare il problema di 'combattenti stranieri' - così come il favoreggiamento, l'istigazione o il tentativo tali atti, nonché 'rafforzare le norme riguardanti i diritti per le vittime del terrorismo.

Il presidente del Consiglio ha dichiarato: "Sono lieto che siamo finalmente in grado di fornire il nostro sforzo comune per affrontare le nuove forme di terrorismo e la minaccia rappresentata dai combattenti terroristi straniere; dobbiamo dimostrare ora la nostrab unnità d'intenti "

Gli aggiornamenti proposti alla direttiva va a rafforzare la decisione quadro esistente 2002/475 / GAI del Consiglio, in particolare, come essa definisce reato:

  • Viaggiare a fini terroristici
  • Il finanziamento, l'organizzazione e la facilitazione dei viaggi
  • La ricezione di formazioni per scopi terroristici
  • Fornire fondi da utilizzare per commettere reati di terrorismo

La direttiva inoltre integra la legislazione vigente in materia di diritti delle vittime per garantire loro l'accesso immediato ai servizi di supporto professionali che prevedono anche trattamenti fisici e psico-sociali, così come le informazioni sui loro diritti.

Stampa/PDF
La direttiva dell'unione sulla Lotta al Terrorismo