La nuova tecnica STER

Stampa/PDF

Un uomo di 68 anni, portatore di un tumore esofageo benigno di cm 5 che gli impediva di alimentarsi, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico con la nuova tecnica STER (submucosal tunneling endoscopic resection). L’intervento effettuato alcuni giorni fa in anestesia generale, gli ha rimosso totalmente il tumore. 

E’ incredibile, mi sento rinato”, così ha commentato il paziente dopo l’esame radiologico che ha confermato la buona riuscita dell’intervento.

Per la prima volta a Padova l’équipe chirurgica coordinata dal Prof. Lino Polese con la collaborazione del dr. Renato Salvador della Clinica Chirurgica 3 dell’Azienda Ospedaliera/Università di Padova diretta dal Prof. Stefano Merigliano, senza aprire il torace del paziente, senza necessità di effettuargli incisioni esterne al torace o all’addome, entrando esclusivamente dall’oro-faringe con l’endoscopio, ha utilizzato la nuova tecnica STER.

L’endoscopio flessibile con telecamera teleguidata ha permesso al primo operatore di praticare un’incisione interna di solo 1 cm sulla mucosa dell’esofago. Il Prof. Polese ha quindi proceduto a scavare un tunnel lungo la parete dell’esofago fino a raggiungere il tumore. La massa così raggiunta in profondità, è stata isolata dal tessuto circostante, catturata in una retina ed estratta completamente in sole 4 ore.

L’eccezionale operazione non invasiva e senza ferite chirurgiche ha permesso al paziente di essere dimesso in breve tempo e di tornare ad alimentarsi nuovamente, senza più difficoltà, dopo soli 4 giorni di degenza. 

Stampa/PDF
La nuova tecnica STER