La polizia americana uccide due persone al giorno

Stampa/PDF
La Polizia americana ha ucciso più di due persone al giorno in media quest'anno, una cifra, rivelata dal Washington Post, molto superiore delle statistiche federali, incomplete e lacunose. Secondo il giornale, che ha esaminato gli omicidi in tutto il paese dal mese di gennaio, almeno 385 persone sono state uccise dalla polizia negli Stati Uniti.

Questo calcolo viene pubblicato mentre il paese è scosso da un vivace dibattito sul livello della violenza della polizia, anche contro gli ispanici e la comunità nera. Sommosse urbane erano scoppiate dopo la morte ad agosto 2014 di Michael Brown, 18 nero, sparato dalla polizia, a Ferguson (Missouri). Il mese scorso, Baltimora (Maryland) è stata anche scossa dai tumulti dopo la morte di Freddie Gray, un nero di 25 anni, freddato dalla polizia.

Il Washington Post indica nel rapporto che i neri sono tre volte di più vittime degli omicidi commessi dalla polizia fin dall'inizio di quest'anno. Secondo il sondaggio del Post, la maggior parte delle persone uccise dalle forze di sicurezza erano armati, principalmente con pistole, coltelli o altre armi letali. Solo il 16% non erano armati o portavano un'arma giocattolo. Il giornale ha anche scoperto che questi omicidi erano spesso il risultato di scontri minori degenerati tra la polizia e i membri della Comunità. 

Un'altra inchiesta di altri giornali, pochi giorni fa, ha evidenziato che la metà dei 375-500 cittadini che muoiono “di polizia” ogni anno negli Usa aveva problemi di salute mentale.
Stampa/PDF
La polizia americana uccide due persone al giorno