La Regione Lazio ricorda Padre Puglisi

Stampa/PDF

La Regione Lazio è impegnata da tempo, con il massimo impegno e senza sosta, in un percorso istituzionale, civile e culturale di contrasto a ogni forma e tipo di fenomeno mafioso nel proprio territorio.

Si tratta di un valore importante. Solo uniti, solo insieme, infatti, è possibile vincere questa sfida così grande: infatti, “se ognuno fa qualcosa, si può fare molto”. Questa è una delle consegne di padre Pino Puglisi. Il suo martirio, e soprattutto la sua vita, sono una delle più alte testimonianze di libertà e di coraggio mai ricevute dal nostro Paese. Voci come quella del Beato Puglisi, ne siamo fermamente convinti, devono risuonare il più possibile nelle nostre coscienze ma anche nel dibattito pubblico, come antidoto alla tentazione di rassegnarci e come pungolo al nostro desiderio di giustizia.

Proprio per questo, in occasione dei 25 anni dall’assassinio di padre Puglisi, la Regione Lazio intende celebrarne la figura con una importante iniziativa istituzionale che si è tenuto presso la Sala del Tempio di Adriano a Roma

L’evento ha preso il via dalla presentazione del volume “Se ognuno fa qualcosa si può fare molto”, edito da BUR Rizzoli, alla presenza dell’autore Francesco Deliziosi, dell’Arcivescovo di Palermo Monsignor Corrado Lorefice, del Procuratore della Repubblica di Roma Giuseppe Pignatone e del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Stampa/PDF
La Regione Lazio ricorda Padre Puglisi