Teatro Sannazaro - Il teatro di Napoli
  • Magazine
  • Società
  • La riforma del Terzo settore e il futuro dei Csv: a che punto siamo?

La riforma del Terzo settore e il futuro dei Csv: a che punto siamo?

Stampa/PDF

Alla Camera dei Deputati sono stati presentati 430 emendamenti alla riforma del Terzo Settore, 700 quelli presentati al Senato. C'è ora il rischio di uno stravolgimento della proposta originaria e di uno snaturamento del servizio pubblico svolto dai Centri di servizio per il volontariato. Oggi più che mai tutelare i 72 Centri di servizio italiani significa proteggere e sostenere gli oltre 6 milioni di volontari impegnati nelle 300mila organiz­zazioni italiane non profit.

Ecco perchè Cesvot promuove a Firenze il 2 ottobre un appuntamento nazionale, in cui Csv, associazioni, istituzioni e parlamentari faranno il punto sulla riforma del Terzo settore e sul futuro dei Centri di Servizio per il Volontariato.

All'incontro interverranno Luigi Bobba sottosegretario Ministero del Lavoro, Donata Lenzi deputata e relatrice alla Camera della riforma del Terzo settore, Edoardo Patriarca deputato e presidente Cnv, Stefano Tabò presidente Csvnet, Fabrizio Pregliasco presidente Anpas, Roberto Truccbhi presidente Confederazione nazionale Misericordie, Maurizio Mumolo consigliere nazionale Arci. Introduce e coordina Federico Gelli, deputato e presidente di Cesvot.

L'incontro si svolgerà a Firenze presso la Sala Michelangelo dell'Hotel Albani, in via Fiume 12 (zona Stazione Smn), dalle ore 10.30 alle 13.30.

Stampa/PDF
La riforma del Terzo settore e il futuro dei Csv: a che punto siamo?