La Sarraz

Stampa/PDF

Presentato al Cinè 2017 il nuovo listino de La Sarraz Distribuzione. Dopo aver prodotto negli ultimi anni diversi documentari e film indipendenti di qualità, La Sarraz ha deciso di percorrere un doppio cammino: da una parte l’impegno nella produzione cinematografica e dall’altra la volontà di distribuire validi prodotti per il grande schermo. Dal 2017 l'attività distributiva non si limiterà più solo a titoli prodotti dalla stessa La Sarraz, e la linea editoriale sarà caratterizzata da film che facciano riflettere ma che sappiano anche intrattenere.

A essere distribuiti secondo questa più ampia linea editoriale saranno nella seconda metà del 2017 due lungometraggi: 2 Biglietti della lotteria, film di Paul Negoescu e Anatomia del miracolo, documentario di Alessandra Celesia.

2 Biglietti della lotteria è una commedia che nel paese di provenienza, la Romania, ha registrato il più alto incasso dell'anno. I tre protagonisti scoprono di aver vinto alla lotteria, ma non sanno dove sia finito il biglietto vincente. Inizia quindi un viaggio fatto di riflessioni e risate e che li porterà in contatto con personaggi tanto bizzarri quanto divertenti. Il regista Negoescu, già selezionato alla Settimana Internazionale della critica di Venezia con la sua opera prima Un mese in Thailandia, con 2 Biglietti della Lotteria ha fatto il giro dei festival in tutto il mondo, Transilvania IFF, Namur IFF, Thessaloniki IFF, Vilnius IFF, Hong Kong IFF, Minneapolis St. Paul IFF, Zurigo IFF (premio speciale della Giuria) e Montecarlo Film Festival (Gran Premio della Giuria). Nel cast del film, Dorian Bogu?? (La Morte del signor Lazarescu di Cristi Puiu e Ramona di Andrei Cretulescu), Drago? Bucur (Police, Adjective di Corneliu Porumboiu, Caini di Bodgan Mirica), Alexandru Papadopol (Vi presento Toni Erdmann di Maren Ade, Racconti dell’età dell’oro di Hanno Höfer, Razvan Marculescu, Cristian Mungiu, Constantin Popescu e Ioana Uricaru).

Anatomia del miracolo 

Francese di adozione e italiana di nascita, dopo Il libraio di Belfast (Indie Lisboa- Premio del Pubblico, Visions du Réel, Festival dei Popoli- Premio del pubblico e Miglior Film) e Mirage à l’italienne (Cinéma du Réel, Milano Film Festival, Salina Doc Fest), Alessandra Celesia torna nella sua nazione per realizzare Anatomia del Miracolo, interamente girato a Napoli.

La protagonista è una ragazza in sedia a rotelle che è nata e vive di fronte al santuario di una Vergine con un livido sulla guancia che fa miracoli, la Madonna dell'Arco. Giusy, che il miracolo non lo ha mai ottenuto, è diventata atea, libera di spirito e antropologa esperta in culti mariani. Il film racconta la sua relazione e quella di altri tre personaggi tanto belli quanto diversi - Fabiana una transessuale, Sue, una celebre pianista e Antonino, un uomo che aiuta i ragazzi di strada - con le proprie ferite intime e la loro personale ricerca del “miracolo”. Il documentario prima di uscire nelle sale italiane in autunno, sarà presentato in anteprima mondiale Fuori Concorso alla prossima edizione del Festival di Locarno.

 

Stampa/PDF
La Sarraz