La start up Imagensys premiata al PNI di Napoli

Stampa/PDF

Imagensys vince il Premio Speciale “Innovazione Health Care” AIIC alla competizione del Premio nazionale innovazione 2017. 

La selezione nella categoria Life Science, ha portato ben ventidue aziende a contendersi i quattro posti disponibili per la fase finale dell'assegnazione del Premio di 25 mila euro. L'azienda, nata da una iniziativa di ricercatori del Cnr, ha come obiettivo quello di produrre dispositivi scintigrafici portatili innovativi per la diagnostica oncologica e la chirurgia radio-guidata. 

"E' stata una bella manifestazione dove si sono confrontate proposte di impresa molto diverse tra loro ed essere stati ammessi alla fase finale delle quattro migliori start up della categoria, ci ha riempiti di orgoglio, essendo gli unici rappresentanti di iniziative di impresa nate dal Cnr" dice Alessandro Soluri, tra i fondatori della start up. "Ringrazio i giovani che lavorano con noi in azienda, in particolare Annunziata D'Elia, che in aula ha illustrato le nostre tecnologie. Avevamo sperato nella vittoria finale, sia per le potenzialità della startup, sia per i molti apprezzamenti dei giurati in visita al nostro stand, ma il premio speciale dell'Associazione italiana degli ingegneri clinici che ci è stato assegnato ci riempie comunque di gioia, in quanto riconosce il lavoro di tecnica ed innovazione, originale e ricco di contenuti scientifici, che diventano soprattutto strumenti utili che possono dare un contributo nella diagnosi e prevenzione dei tumori".

Soluri ringrazia infine "Gli altri giovani che hanno messo in campo tanto entusiasmo, da Antonio Ucci a Roberto Massari che hanno fornito un contributo fondamentale, un vero team che ancora tante soddisfazioni potrà conquistare in futuro e vincere l'importante sfida del mercato".

Imagensys vince il Premio Speciale “Innovazione Health Care” AIIC alla competizione del Premio nazionale innovazione 2017. 
La selezione nella categoria Life Science, ha portato ben ventidue aziende a contendersi i quattro posti disponibili per la fase finale dell'assegnazione del Premio di 25 mila euro. L'azienda, nata da una iniziativa di ricercatori del Cnr, ha come obiettivo quello di produrre dispositivi scintigrafici portatili innovativi per la diagnostica oncologica e la chirurgia radio-guidata. 
"E' stata una bella manifestazione dove si sono confrontate proposte di impresa molto diverse tra loro ed essere stati ammessi alla fase finale delle quattro migliori start up della categoria, ci ha riempiti di orgoglio, essendo gli unici rappresentanti di iniziative di impresa nate dal Cnr" dice Alessandro Soluri, tra i fondatori della start up. "Ringrazio i giovani che lavorano con noi in azienda, in particolare Annunziata D'Elia, che in aula ha illustrato le nostre tecnologie. Avevamo sperato nella vittoria finale, sia per le potenzialità della startup, sia per i molti apprezzamenti dei giurati in visita al nostro stand, ma il premio speciale dell'Associazione italiana degli ingegneri clinici che ci è stato assegnato ci riempie comunque di gioia, in quanto riconosce il lavoro di tecnica ed innovazione, originale e ricco di contenuti scientifici, che diventano soprattutto strumenti utili che possono dare un contributo nella diagnosi e prevenzione dei tumori". Soluri ringrazia infine "gli altri giovani che hanno messo in campo tanto entusiasmo, da Antonio Ucci a Roberto Massari che hanno fornito un contributo fondamentale, un vero team che ancora tante soddisfazioni potrà conquistare in futuro e vincere l'importante sfida del mercato".

Stampa/PDF
La start up Imagensys premiata al PNI di Napoli