La statale arte

Stampa/PDF

É Nanda Vigo, artista milanese di respiro internazionale, la protagonista della seconda edizione de La Statale Arte, il progetto che apre l’Ateneo all’arte contemporanea, ospitando mostre personali diartisti italiani e stranieri chiamati a dialogare, con lavori e installazioni site-specific, con la suggestiva architettura storica degli spazi seicenteschi della sede centrale di via Festa del Perdono.

Per il nuovo appuntamento con La Statale ArteNanda Vigo ha ideato Exoteric gate, un imponente progetto-luce – la prima installazione realizzata dalla Vigo per uno spazio esterno – che sarà esposto al centro del Cortile della Ca’ Granda.

L'artista 

Nanda Vigo appartiene a quella generazione di personaggi che hanno reso Milano una delle capitali dell’arte mondiale, a partire dagli anni Sessanta: la città di Fontana, Manzoni, Gio Ponti. La sua continua indagine sulla luce ha fatto di lei un’interlocutrice imprescindibile per le neoavanguardie italiane.

La Statale Arte rende dunque omaggio a un’artista il cui lavoro ha attraversato l’arte italiana degli ultimi decenni con una cifra stilistica riconoscibile e costante, capace di anticipare la trasversalità dei saperi e dei linguaggi nella fermezza di un’identica ricerca. Artista, architetto, designer, Nanda Vigo si è infatti sempre mossa in territori distinti, consapevole che l’arte e l’architettura da sole non potessero esaurire la complessità del suo lavoro e che, dunque, fosse necessario elaborare un linguaggio transdisciplinare.

Gli studenti dei corsi di laurea in Scienze dei Beni culturali e in Storia e critica dell’arte saranno a disposizione del pubblico per una breve visita guidata del cortile d’onore della Ca’ Granda e per presentare l’installazione Exoteric Gate di Nanda Vigo. Per partecipare alle visite guidate è sufficiente presentarsi nei giorni e negli orari indicati in calce a questo comunicato rivolgendosi agli studenti deLa Statale Arte.

Stampa/PDF
La statale arte