La Tosse, un sintomo da non trascurare

Stampa/PDF

L’inverno è il periodo dell’anno nel quale le temperature scendono e il clima si fa più rigido. Le persone si ritrovano quindi a vestirsi in maniera più pesante ma soprattutto ad affrontare i vari “malanni” di stagione. Il più comune tra questi è sicuramente  la tosse. Quella fastidiosa difficoltà nel respirare o quel pizzicore alla gola che ci accompagna in questi mesi invernali ma in realtà: cos’è la tosse?

La patologia

Per spiegare al meglio di cosa stiamo parlando, partiamo dallo “sfatare un mito”: la tosse non è una malattia. Ad essere precisi, essa è un sintomo  prodotto da una forte contrazione inspiratoria che ha come scopo quello di mantenere libere le nostre vie respiratorie. Quindi essa non è la semplice reazione dell’organismo all’ irritazione della gola ed è, anzi, anche un’importante nostro meccanismo di difesa..

Le tosse in varie “salse”

Prima di parlare delle tante cause possibili, bisogna fare un’importante distinzione tra la tosse grassa e la tosse secca.

Nel primo “caso”, conosciuta anche come “tosse produttiva” vista la presenza di catarro nella parte superiore dei polmoni fa sì che questo venga naturalmente espulso. Viene considerata, quindi, benefica per il suo scopo di “pulizia” e non mai andrebbe ostacolata.

Al contrario, nel secondo caso, quello la tosse secca, definita anche  “improduttiva”, non è prevista la presenza di catarro ed è spesso di natura allergica oppure dovuta ad un’infezione alla gola.

Oltre la distinzione appena fatta, bisogna parlare di altre due tipologie di tosse. La prima è quella “notturna” che viene causata dalla posizione supina nel momento del sonno mentre la seconda viene definita “cronica” perché riconducibile ad alcune gravi patologie che interessano la trachea e i bronchi.

Le cause

Essendo una sorta di allarme per il nostro organismo, la tosse può essere difficile da analizzare. Il minimo comun denominatore, comunque, è l’infezione dell’apparato respiratorio, come già detto, che può essere causato da batteri o virus come quello dell’influenza. Altre cause, oltre quelle appena citate, possono essere: la presenza di corpi estranei, di sostanze nocive, della più comune allergia oppure una reazione psicologica verso alcune situazioni fortemente legate allo stress.

Le cure

Il primo metodo di cura è quello di osservare l’andamento della tosse per capire se tende a presentarsi in momenti precisi della giornata o più semplicemente per notare un miglioramento oppure un peggioramento. A seconda della tipologia di tosse esistono diversi farmaci di automedicazione come ad esempio NeoBorocillina, che possono dare sollievo e aiutare a sciogliere il catarro.

Prevenire è meglio che curare

Giocare d’anticipo è l’ideale per non ritrovarsi ad affrontare la tosse. Per “proteggersi” basta solo qualche piccola accortenza nella vita di tutti i giorni. Bere molto rende il catarro più fluido ed agevola così la sua eliminazione mentre nei periodi più freddi mantenere gli ambienti ben riscaldati e con un grado di umidità ottimale renderà più semplice il prevenire la tosse.

Stampa/PDF
La Tosse, un sintomo da non trascurare