La vendita diretta in Italia e in Europa: i dati

Stampa/PDF

AVEDISCO (Associazione Vendite Dirette Servizio Consumatori) rivela i risultati di un‘indagine di Ipsos-Mori commissionata da SeldiaAssociazione Europea sulla Vendita Diretta - che ha coinvolto 8.200 Incaricati alla Vendita Diretta italiani e più di 30.000 europei. Lo studio ha raccolto dati importanti per raccontare esperienze di vita e testimonianze dirette di chi vive in prima persona la Vendita Diretta.

La vendita diretta: indipendenza economica?
Nonostante il momento ancora delicato per il mondo del lavoro, il Direct Selling ha manifestato negli ultimi anni tutta la sua forza, con dati  occupazionali in controtendenza rispetto alla situazione globale. Stando alle recenti stime sono più di 561.000 gli Incaricati alla Vendita Diretta in Italia, mentre Seldia ne rileva in Europa oltre 15 milioni.

Dalla ricerca europea emerge innanzitutto che questa realtà occupazionale può essere gestita in differenti modalità dai suoi addetti: il 42 % degli Incaricati alla Vendita Diretta affianca infatti questa occupazione ad un’altra che svolge a tempo pieno mentre per il 27% degli Incaricati questa attività rappresenta l’unica fonte di guadagno, a riprova del fatto che, come dichiara il 58%  degli intervistati italiani, il Direct Selling offre davvero l’opportunità di diventare economicamente indipendenti.

La Vendita Diretta - come dimostrano i dati - è  un’opportunità di lavoro inclusiva e adatta a persone di diverse età. In Europa 1 Incaricato su 5 ha un’età superiore a 55 anni, mentre in Italia l’età media è di 41 anni: nello specifico il 22% degli Incaricati ha tra i 25 e i 34 anni, il 29% tra i 35 e i 44 anni, il 25% tra i 45 e i 54, mentre la percentuale di  Incaricati tra i 55 e i 64 anni è del 12%.

La vendita diretta: una chance per tutti
Da questi dati si evince che il Direct Selling offre un’occasione lavorativa trasversale, capace di soddisfare i bisogni dei più giovani, neolaureati o studenti, o dei meno giovani, come persone che vogliono reinventarsi professionalmente. Inoltre, per intraprendere l’attività non esiste alcun tipo di barriera relativa al titolo di studio.

La maggior parte degli Incaricati alla Vendita italiani ha dichiarato di ritenere la Vendita Diretta un lavoro appagante (74%), che contribuisce a migliorare la propria autostima e la fiducia in se stessi (73%), ma anche le capacità di business e l’abilità nella vendita (70%). Una professione gratificante, dunque, ma anche sfidante e divertente, che lascia la possibilità di decidere in completa autonomia dove e quando lavorare.

Stampa/PDF
La vendita diretta in Italia e in Europa: i dati