• Magazine
  • Idee
  • Lazio: lanciate due nuove call per il mondo editoria

Lazio: lanciate due nuove call per il mondo editoria

Stampa/PDF

Portare libri di autori e case editrici laziali alla Fiera del Libro di Francoforte e sostenere le traduzioni editoriali per far conoscere all’estero le opere pubblicate nel Lazio. Sono gli obiettivi delle due call presentate nella Biblioteca Altiero Spinelli della Regione Lazio dall’assessore allo Sviluppo Economico, Gian Paolo Manzella.

La prima call promuove, nel quadro delle attività di internazionalizzazione a sostegno dell’industria dell’editoria, la partecipazione di imprese laziali alla Fiera del Libro di Francoforte, che si svolgerà dal 10 al 14 ottobre 2018 e che quest’anno festeggia il 70° anniversario dalla nascita. Si tratta di uno degli appuntamenti più significativi per l’industria editoriale internazionale che l’anno scorso ha fatto registrare quasi 300.000 visitatori provenienti da 137 Paesi, con oltre 4.000 incontri di business.

La Regione Lazio, che nelle edizioni 2016 e 2017 ha sostenuto la partecipazione di oltre 80 imprese editoriali alla kermesse tedesca (42 nel 2016 e 41 nel 2017) anche quest’anno ne promuove la presenza. Le aziende che verranno selezionate tramite la call avranno a disposizione gratuitamente, all’interno dello spazio espositivo regionale di 80m²: postazioni di lavoro disponibili a rotazione e una sala riunioni riservata, scaffali per l’esposizione dei libri e collegamento wi-fi e assistenza tecnica durante la permanenza in fiera. Inoltre la Regione Lazio si occuperà della spedizione dei materiali espositivi e della realizzazione dei materiali di comunicazione.

Per partecipare si dovrà compilare il modulo di adesione già disponibile sul www.laziointernational.it, da venerdì 1° giugno fino a mercoledì 20 giugno 2018.

La seconda call è finalizzata alla creazione di un Catalogo Regionale 2018 di nuovi prodotti per l’editoria tradotti in lingua inglese, che possa essere uno strumento di promozione del settore editoriale regionale all’estero. L’iniziativa prosegue nel solco tracciato negli anni passati che ha portato alla traduzione in inglese di estratti di quasi 200 opere, 109 nel 2016 e 90 nel 2017, di oltre 50 piccole e medie case editrici laziali. I testi sono consultabili dagli acquirenti esteri su traduzioni.laziointernational.it.

Le case editrici laziali interessate potranno fare domanda per richiedere la traduzione di un estratto per un massimo di tre titoli, che saranno inseriti nel Catalogo Regionale dei prodotti dell’editoria, Catalogo che sarà diffuso presso operatori esteri e nelle principali manifestazioni fieristiche internazionali, tra cui la Fiera Internazionale del Libro di Francoforte 2018.

La Regione si farà carico inoltre dei costi di traduzione di parte delle opere o delle schede di lettura o della traduzione della presentazione della collana in cui è inserita l’opera. Saranno tradotti i libri pubblicati negli ultimi 24 mesi.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate a Lazio Innova, l’agenzia di sviluppo della Regione Lazio, a partire dal 1° giugno ed entro il 31 luglio 2018. Tutte le informazioni su www.laziointernational.it.

C’è un Lazio di libri sempre più importante. Hanno sede qui 280 case editrici, il 17% del totale nazionale, che pubblicano ogni anno oltre 7.000 titoli, il 13% di quelli pubblicati in Italia. Ci sono tutti i mestieri della filiera: editori e editor, grafici specializzati in cover e scrittori, librai e bibliotecari. E attori importanti della promozione dell’editoria e dei libri: basti pensare al lavoro in questo senso di Radio3. È un comparto che significa lavoro e impresa, quindi: spesso di qualità nazionale e internazionale. E soprattutto – lo testimoniano il successo di manifestazioni come Più Libri Più Liberi o Libri Come e i dati sui lettori forti – nel Lazio c’è pubblico. Sono dati rilevanti, da tenere a mente in quanto, sempre più, cultura e sviluppo si rivelano essere un dato importante per il futuro, anche quello economico, della regione. Per questo va continuata l’azione di sostegno che abbiamo impostato: dalla promozione della lettura alle fiere. I bandi di oggi, con cui si finanziano le traduzioni e si sostiene la partecipazione di case editrici laziali a Francoforte, vanno in questa direzione: cultura e sviluppo. Una direzione che caratterizza e caratterizzerà l’azione della Giunta Zingaretti.” Così Gian Paolo Manzella, assessore regionale allo Sviluppo Economico, durante l’evento “La Regione Lazio per l’Editoria”.

Stampa/PDF
Lazio: lanciate due nuove call per il mondo editoria