LE CELLULE STAMINALI PER L' ONCOEMATOLOGIA

Stampa/PDF

L'Ail onlus Sezione di Caserta ha organizzato per sabato 2 ottobre presso il Crowne Plaza Hotel il convegno sul "Ruolo strategico delle donazioni di cellule staminali da midollo osseo, da sangue cordonale e periferico, nella cura delle malattie oncoematologiche".

La donazione di cellule staminali assume un ruolo strategico nella cura delle malattie oncoematologiche, per assicurare maggiori percentuali di guarigioni e una migliore qualità della vita. E l'Ail Sezione di Caserta onlus "Valentina Picazio" sensibile al tema ha organizzato per sabato 2 ottobre ore 8,30-17,00 a Caserta presso il Crowne Plaza Hotel il convegno sul "Ruolo strategico delle donazioni di cellule staminali da midollo osseo, da sangue cordonale e periferico, nella cura delle malattie oncoematologiche". La partecipazione al seminario da diritto ai crediti ECM. Ad aprire i lavori Fulvio Picazio, presidente dell'Ail e David Pagnini referente scientifico della sezione provinciale di Caserta. A moderare l'evento due importanti nomi del panorama scientifico: Vincenzo Mettivier ed Antonio Abbadessa. "L'evento - dice Picazio - deve proporsi come momento educativo per tutte le professionalità sanitarie e di supporto psico-sociale, coinvolte nei percorsi terapeutici, oltre che come momento di riflessione sugli effetti straordinari che una responsabile donazione produce. E' rivolto a medici, infermieri, biologi e psicologi". Interverranno: Ferdinando Romano commissario straordinario dell'Asl di Caserta; Luigi Annunziata direttore dell'Azienda Ospedaliera "S. Anna e S. Sebastiano" di Caserta; Antonio Manzi presidente dell'Ordine dei Medici di Caserta; Raffaele Felaco presidente dell'Ordine degli Psicologi della Campania. Tra i relatori: Fabrizio Pane su "Eterogeneità molecolare nelle emopatie maligne"; Carmine Selleri su "Trapianto allogenico"; Giovanna Griso su "Benefici del sostegno psicologico ai pazienti oncoematologici", Mariano Di Meo su "Aspetti medico legali del trapianto di cellule staminali"; Felicetto Ferrara su "Trapianto autologo nelle leucemie acute"; Nicola Cantore su "Trapianto autologo nei linfomi e mielomi"; Fiorina Casale e Paolo Indolfi su "Trapianto di cellule staminali emopoietiche in età pediatrica"; Gianfranco Salzillo su "Donazione: aspetti bioetici". La giornata di studio si chiuderà con la testimonianza di pazienti e le associazioni di volontariato.

Stampa/PDF
LE CELLULE STAMINALI PER L' ONCOEMATOLOGIA