• Magazine
  • Economia
  • Le conclusione dell'Unione Europea sull'architettura finanziaria

Le conclusione dell'Unione Europea sull'architettura finanziaria

Stampa/PDF

Il Consiglio ha adottato conclusioni sulla architettura finanziaria europea per lo sviluppo.

Le conclusioni di follow-up e costruire su relazione del Gruppo dei Saggi che è stato istituito in aprile 2019 con lo scopo di raccomandare le possibili opzioni per la riforma della configurazione esistente per il finanziamento delle politiche di sviluppo.

Le conclusioni sottolineano la necessità di rendere l'architettura finanziaria europea per lo sviluppo più forte, più flessibile, integrata, coerente, strategica e sensibile ai cambiamenti climatici e le esigenze di sviluppo. Il Consiglio sottolinea la necessità degli Stati membri dell'Unione europea, in collaborazione con la Commissione europea, di agire verso un migliore coordinamento delle posizioni dell'UE nelle istituzioni Fora e multilaterali di sviluppo, al fine di parlare con una voce più coerente dell'UE. Essi danno un forte sostegno alle misure a breve termine proposto nella relazione e delineare la via da seguire per la preparazione e riflessione politica su una possibile riforma istituzionale.

Il Consiglio ritiene che i principali cambiamenti istituzionali per sviluppare l'architettura finanziaria dell'UE dovrebbe essere valutata come parte del sistema globale. In questo contesto, i miglioramenti all'attuale assetto istituzionale, costruendo sui modelli di business specifici della BERS e la BEI meritano ulteriore considerazione. A tal fine, il Consiglio invita la BEI e la BERS per fornire, entro la fine di gennaio 2020, con proposte di azioni concrete per ottenere un impatto massimo sviluppo attraverso una maggiore cooperazione tra le istituzioni, nonché un'analisi delle implicazioni per i loro istituti di possibile evoluzioni del setup istituzionale esistente. Inoltre, il Consiglio è pronto valutare ulteriormente la fattibilità di opzioni di priorità. Gli Stati membri sono dovuti a fornire ulteriori indicazioni sul modo migliore in avanti sull'architettura finanziaria per lo sviluppo durante la strategia per il 2020.

Architettura finanziaria europea: la situazione attuale
L'Unione europea e i suoi Stati membri sono stati storicamente i maggiori donatori di sviluppo in tutto il mondo: essi forniscono oltre la metà del totale degli aiuti allo sviluppo mondiale, pari circa EUR 80 miliardi. L'architettura finanziaria di sviluppo europeo svolge un ruolo importante nella lotta contro la povertà globale e le diseguaglianze, lavorando verso il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile e di lotta ai cambiamenti climatici. Tuttavia, la struttura è complessa, con una molteplicità di UE e degli attori nazionali, così come gli strumenti finanziari. L'attuale frammentazione del sistema, soprattutto in relazione alle sovrapposizioni e mancati passaggi nel lavoro della BEI e la BERS al di fuori dell'UE, è dannoso per la realizzazione delle priorità comunitarie desiderati e impatto sullo sviluppo.

Nel suo rapporto, Gruppo dei Saggi ha analizzato tutti gli strumenti esistenti per lo sviluppo gestito dalla Commissione, la Banca europea per gli investimenti (BEI) e la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) e guardò modi per massimizzare il valore aggiunto dell'architettura finanziaria europea per lo sviluppo.

Stampa/PDF
Le conclusione dell'Unione Europea sull'architettura finanziaria