Le festività al MASI Lugano

Stampa/PDF

In occasione delle festività, le sedi del Museo d’arte della Svizzera italiana al LAC e Palazzo Reali resteranno aperte al pubblico secondo i consueti orari, tranne i giorni 23, 24 e 25 dicembre. Lunedì 30 dicembre e 6 gennaio apriranno straordinariamente e rimarranno invariati gli orari di visita, mentre il 1° gennaio le sedi saranno accessibili a partire dalle ore 13:00 Palazzo Reali e dalle14:00 LAC.

Un buona opportunità per conoscere esponenti di spicco del panorama artistico contemporaneo e il patrimonio conservato dal MASI. Al LAC sono infatti visitabili le mostre William Wegman. Being Human, grande monografica dedicata al celebre fotografo americano e alla serie di immagini con protagonisti i suoi cani – prolungata fino al 23 febbraio 2020 – e Towards No Earthly Pole, dall’omonimo e ultimo progetto di Julian Charrière, artista tra i più innovativi e promettenti della sua generazione. A Palazzo Reali, inaugurato lo scorso fine settimana, sarà visibile il nuovo allestimento della collezione permanente composto da un centinaio di opere significative custodite dal MASI.

Anche in queste giornate di festa sarà possibile partecipare alle visite guidate gratuite in italiano domenica 29 dicembre e 5 gennaio con inizio alle 11:00 presso la sede del LAC e alle ore 15:00 in quella di Palazzo Reali. Per ragazzi e bambini sono diverse le opportunità di visita: sabato 4 gennaio l’artista Stone Leaf condurrà al LAC il laboratorio Tech@rt (ore 10:00-12:00 e 14:00-16:00), mentre a Palazzo Reali sarà accessibile l’atelier dalle ore 13:00 alle ore 17:00. Nel corso delle giornate di domenica 5 e lunedì 6 gennaio sarannno invece le porte dell’atelier del LAC ad essere aperte a tutti i piccoli artisti che avranno voglia di cimentarsi in un lavoro creativo, dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle ore 14:00 alle 16:00. In atelier sarà presente una mediatrice.

Infine, la Collezione Giancarlo e Danna Olgiati sarà aperta da venerdì a domenica, dalle ore 11:00 alle 18:00, fino al 12 gennaio, con la mostra Marisa Merz. Geometrie sconnesse palpiti geometrici, esposizione che riunisce un corpus di quarantacinque opere che ripercorrono l’intero orizzonte creativo di Marisa Merz.

Stampa/PDF
Le festività al MASI Lugano