Le icone del Calcio: Mario Balotelli

Stampa/PDF

Mario Balotelli è un calciatore ghanese naturalizzato italiano,  attualmente in prestito dal Liverpool al Milan.  Soprannominato Super Mario, a 18 anni veniva considerato dagli esperti tra i primi 20 giovani calciatori Under-23 al mondo. Una storia di tanti soldi, di qualche successo e tante sregolatezze.

Poco dopo la sua nascita a Palermo, i genitori si trasferirono nel comune bresciano di Bagnolo Mella. Problemi di salute di Mario e difficoltà economiche spinsero i genitori a chiedere l'aiuto dei servizi sociali, che raccomandarono l'affido familiare. All’età di tre anni fu affidato alla famiglia Balotelli in provincia di Brescia.

Inizia a giocare a calcio all'età di 7 anni con la squadra dell'U.S.O. San Bartolomeo, ma ci rimane solo 3 mesi a causa del suo carattere e delle minacce degli altri genitori di non portare a quella società i propri bambini se lui fosse rimasto.  Non ancora sedicenne, esordisce con la prima squadra del Lumezzane in Serie C1.  Nell'estate del 2006 viene chiamato dal Barcellona per sostenere un provino, venendo in seguito scartato per motivi economici. Il 31 agosto 2006 è acquistato in prestito dall'Inter, e viene inserito nel settore giovanile.

Per scelta di Roberto Mancini, nella stagione 2007-2008 è aggregato alla prima squadra. Nonostante la giovanissima età, dimostra personalità, anche se a volte è accusato di non avere un comportamento rispettoso nei confronti degli avversari. Il 13 agosto 2010 viene ufficializzato il suo trasferimento al Manchester City, con il quale firma un contratto quinquennale da 3,5 milioni di euro. Il cartellino è costato 28 milioni di euro.

Il 1º novembre 2012 la rivista TIME gli dedica la copertina dell'edizione internazionale e il 4 aprile 2013 lo include nella lista dei 100 uomini più influenti al mondo nel 2012.

Il 21 agosto 2013 la rivista statunitense Sports Illustrated gli dedica la copertina definendolo "The Most Interesting Man in the World".

Il 29 ottobre 2012 viene inserito nella lista dei ventitré candidati al Pallone d'oro FIFA.

A dicembre 2012 Balotelli denuncia il suo club per una multa da 340.000 sterline (408.000 euro circa) affibbiatagli nel precedente mese di aprile per motivi disciplinari. Nel 2011-2012 ha rimediato 3 cartellini rossi e 9 ammonizioni per un totale di 10 giornate di squalifica (4 per la "passeggiata" sulla testa di Scott Parker in City-Tottenham del gennaio 2012). Il 19 dicembre 2012 il giocatore ritira la denuncia preferendo accettare una multa di due settimane di stipendio e rinunciando al ricorso alla Commissione d'Appello inglese.

Il 31 gennaio 2013 firma un contratto con il Milan valido fino al 30 giugno 2017. Al Manchester City vanno 20 milioni di euro, pagabili in 5 rate annuali, più altri 3 di bonus. Balotelli, invece, guadagnerà 4 milioni netti a stagione più eventuali bonus.

Il 25 agosto 2014 viene acquistato per 16 milioni di sterline dal Liverpool, pari a circa  20 milioni di euro, firmando un contratto triennale per un compenso di £ 80.000 a settimana circa 4 milioni di sterline l’anno

In Ferrari

SuperMario viene fermato dalla polizia inglese a bordo della sua Ferrari mentre sfrecciava a oltre 175 km/h sulla M62 nei pressi di Tarbock Island intorno a mezzanotte. L'infrazione gli è costata una multa di 1.250 euro comprensive di spese processuali e di un contributo a favore delle vittime della strada e la sospensione della patente per 28 giorni.

Stando a quanto rivelato dall'avvocato Mika Hogan, Balotelli non si è presentato all'udienza perché ha affermato di non aver mai ricevuto la notifica e, se così fosse, di sicuro farà ricorso, ma intanto incassa la condanna, come già gli era accaduto nel 2011 a Milano (con 10 punti in meno sulla patente per una serie di infrazioni sulla Mercedes) e nel 2010 per guida senza patente.

..e in treno
Durante il viaggio intrapreso dalla squadra a bordo del Frecciarossa per raggiungere Firenze in occasione di una trasferta contro la Fiorentina, SuperMario è stato scoperto dal capotreno a fumare nei bagni del treno. La sanzione è arrivata anche dalla società stessa, nella persona di Adriano Galliani: l’ad rossonero ha multato il giocatore per aver infranto non soltanto il regolamento del treno ma anche quello interno della squadra.

Equitalia presenta il conto
Mario Balotelli tra il 2012 e il 2013 è stato pizzicato ben 18 volte dall’occhio elettronico dei Tutor disseminati sulle autostrade del Nord Italia, sul tratto Milano - Brescia della A4 in particolare, quasi sempre al volante di una Ferrari «a noleggio». Inevitabile la raffica di multe mandate a casa Balotelli e mai ritirate.

Per questo ora Equitalia pretende dall’attaccante ex Inter e Milan circa 10 mila euro. Una cifra a cui Super Mario si è opposto facendo ricorso al giudice di Pace di Bergamo. Il legale del giocatore ha chiesto l’annullamento delle cartelle esattoriali palesando «un problema con il cambio di residenza.. » che avrebbe impedito a Balotelli di ricevere a casa gli avvisi di accertamento delle presunte violazioni..

Questo per un calciatore di 25 anni che fino ad ora ha guadagnato quanto un tecnico o un impiegato di concetto riuscirebbero forse a guadagnare in più di 1200 anni di lavoro… senza conteggiare gli sponsor! E’ ancora Super Mario?

Stampa/PDF
Le icone del Calcio: Mario Balotelli