LE SENSUALI MULIERES DI MILO MANARA

Stampa/PDF
***AGGIORNAMENTO: LA MOSTRA E' STATA PROROGATA FINO ALL'8 MARZO***

Tutti conoscono Milo Manara, artista italiano dall'appeal internazionale, famoso per le sue tavole ad alto tasso erotico. Le sue "donne" sono ammiccanti, maliziose, di una sensualità strabordante ma mai volgare. Questo perché i disegni di Manara si muovono, pur nella loro componente marcatamente erotica, sul leit motiv del tentativo costante di svelare il mistero dell'universo femminile, e dei desideri di quello maschile. Le sue mulieres sono le classiche donne dei sogni e come tali hanno un notevole potere d'attrazione. Il tratto raffinato e mai gonfio conferisce ai suoi disegni un tocco quasi onirico e non si può non rimanerne ammaliati.

Liceo artistico, poi l'iscrizione alla facoltà di Architettura e la consapevolezza di una passione sconfinata per la pittura. Erano gli anni della contestazione e questo clima di fermento generale investì anche il settore dell'istruzione, arrivando alla Biennale d'Arte. Con l'insediarsi progressivo del potere della televisione e del cinema, le arti figurative attraversarono un periodo d'impasse: le persone badavano ai nuovi clamori e l'arte non aveva di certo un ruolo di primo piano. Il giovane Manara si sentiva dunque spaesato, alla luce di una delegittimazione, seppur temporanea, di quel campo a cui voleva dedicare anima e corpo. L'incontro col fumetto gli aprì un nuovo mondo.

Negli anni '70 le edicole erano popolate di fumetti di ogni tipo. In particolare quelli con le pin-up, sbarcate su molte riviste settimanali americane fin dai tempi della seconda guerra mondiale, attiravano in misura sempre maggiore l'attenzione soprattutto dei lettori uomini. Fumetti, donne, creatività: una luce si accese. Mentre la pittura per così dire alta veniva definita pop art, per quella dedicata alle pin-up non si poteva nemmeno usare la parola arte. Disegnandole, Manara poteva però avvicinarsi alla gente, divertirla, catturarla. In un periodo in cui i fumetti venivano realizzati in grandi quantità con ritmi sostenuti ed era necessario bilanciare la qualità del disegno con la rapidità di realizzazione, il filone erotico-sexy rappresentò, e rappresenta tuttora, la fortuna di Manara.

Quest'anno il maestro compirà 70 anni e la città di Salerno, nelle vesti del Comicon, ha voluto omaggiarlo ospitando la mostra "Mulieres" tutta dedicata alle sue "donne". L'appuntamento si connota subito per essere uno di quelli da non perdere: l'inaugurazione è avvenuta ieri presso Palazzo Fruscione, in pieno centro storico, ed i disegni, tutti originali distribuiti su tre piani, saranno esposti fino al primo marzo. Ai tre piani corrispondono le sezioni principali: fumetto, illustrazioni, erotismo. Le mulieres manariane si confermano ben distanti dall'idea di puro oggetto sessuale o accessorio di vanto per l'uomo. La nudità non è dunque mai gratuita nè ha connotati pornografici, ma inneggia ad un'armonia che ha il solo scopo di affascinare.

Palazzo Fruscione attende dunque tutti gli appassionati di fumetti e non. Salerno sarà tuttavia solo la tappa d'inizio di un tributo più lungo a Manara, che terminerà in primavera in un evento prestigioso a Napoli.
Stampa/PDF
LE SENSUALI MULIERES DI MILO MANARA