L'Infedeltà finanziaria la nuova frontiera del tradimento

Stampa/PDF
Che sia per distrazione o con cognizione di causa, mentire sui soldi non fa bene alla coppia. Ricevete un aumento e volete tenerlo tutto per voi? Non volete far sapere quanto vi è costato quel paio di jeans?Si chiama infedeltà coniugale, alla base di moltissimi divorzi e separazioni fra Italia e Stati Uniti qui nota come Credit Card Infidelity, poiché spesso “chi tradisce” usa carte di credito segrete.
Quando dalla libertà personale si sconfina nell’infedeltà finanziaria? Molto semplice: quando si inizia ad attraversare il campo della menzogna. Da piccole bugie iniziali, dette anche a fin di bene, poi si inizia a mentire con cadenza periodica sulle proprie entrate o uscite finanziarie sino a causare nella coppia la crisi che, non di rado, porta alla separazione. Questo accade perché l’infedeltà finanziaria, così come quella sessuale, è vissuta dal partner come una sorta di inganno, di tradimento della fiducia riposta nell’altro.
Un recente studio del National Endowment for Financial Education ha dimostrato come nel 12% dei casi si arrivi alla separazione e/o al divorzio. In Italia, i dati dell’ISTAT sulle cause di separazione e divorzio parlano molto chiaro, le motivazioni economiche sono nettamente in crescita rispetto agli anni trascorsi. In generale sono le donne a “tradire di più”, per lo più roba da poco, qualche abito nascosto, qualche borsa di particolare valore e così via, tuttavia, anche se tradiscono meno, gli uomini lo fanno in grande stile. Sono loro a fare i danni maggiori, aperture di conti paralleli da dedicare al gioco d’azzardo, al porno, alle scommesse, etc.
Si tradisce per lo più per quattro ragioni principali:
· Si ha una dipendenza nascosta da sostanze stupefacenti, da gioco, sesso, shopping o altro. La dipendenza è uno dei principali motivi per tenere nascosto al partner l’esborso di danaro.
· Si ha una tendenza a voler dominare l’altro. Il denaro, in questo caso, viene associato al potere relazionale, dunque, tenendo nascosta una parte della gestione dei soldi il compagno/a pensa di poter guadagnare la posizione predominante all’interno della coppia.
· Si hanno difficoltà nel parlare di danaro, nella gestione finanziaria della coppia. Parlare di soldi mette talvolta alcuni partner in imbarazzo così come parlare di sesso per cui, più semplicemente, si argina l’argomento.
· Si vedono le proprie spese più utili rispetto a quelle del partner, in questo caso si tende a giustificare i propri sprechi e a puntare il dito su quelle del compagno/a. Ciò, porta incomprensioni nella coppia che, spesso, non agevolano il dialogo e, quindi, la non condivisione.
Quali le possibili soluzioni?
E’ innanzitutto importante riprendere il dialogo nella coppia, parlare di soldi è importante poiché aiuta la condivisione. Parlare ma non solo, è fondamentale ascoltare il partner o imparare a farlo in modo da comprendere le motivazioni a valle delle bugie. Oltre a parlare sarebbe opportuno concordare un piano finanziario in modo da permettere a entrambi i componenti della coppia di sentirsi economicamente indipendenti. Se, invece, a valle dell’infedeltà finanziaria sussiste una dipendenza, bisogna agire su questa attraverso gli opportuni consulti e percorsi specialistici. 
Stampa/PDF
L'Infedeltà finanziaria la nuova frontiera del tradimento