Lotta alle armi chimiche: si allunga la lista degli indagati

Stampa/PDF

Il Consiglio ha aggiunto 16 persone alla lista dei destinatari delle misure restrittive dell'UE nei confronti del regime siriano. L'UE ha aggiunto 16 persone per il loro ruolo nello sviluppo e l'uso di armi chimiche contro la popolazione civile, in linea con la politica dell'Unione europea per la lotta contro la proliferazione e l'uso di armi chimiche. Queste persone includono 8 alti funzionari militari di rango e 8 scienziati coinvolti nella proliferazione delle armi chimiche e la consegna. L'UE aveva già imposto misure restrittive ai funzionari di alto rango, per l'uso di armi chimiche.

La decisione di oggi porta a 255 persone il numero totale di persone raggiunte da un divieto di viaggio e da un congelamento dei beni per essere responsabili della repressione violenta contro la popolazione civile in Siria.

Le sanzioni attualmente in vigore contro la Siria includono un embargo petrolifero, restrizioni su alcuni investimenti, il congelamento dei beni della banca centrale siriana, restrizioni all'esportazione UE in materia di attrezzature e tecnologie che potrebbero essere utilizzate per la repressione interna, nonché di attrezzature e tecnologie per il monitoraggio o intercettazione di comunicazioni via internet o telefoniche. 

L'Unione europea rimane impegnata a trovare una soluzione politica duratura al conflitto in Siria nel quadro del concordato esistente con le Nazioni Unite. Come indicato nella strategia UE sulla Siria adottata nell'aprile 2017, l'Unione europea ritiene che non vi può essere alcuna soluzione militare al conflitto e sostiene con forza il lavoro dell'inviato speciale delle Nazioni Unite e dei colloqui intra-siriani a Ginevra.

L'UE continua a sostenere la fornitura di aiuti umanitari a tutti i siriani , compresi quelli che sono sotto assedio o in zone che sono difficili da raggiungere. La risposta dell'UE include anche il supporto alle istituzioni internazionali che lavorano per garantire la responsabilità per le violazioni dei diritti umani e del diritto internazionale umanitario.

Stampa/PDF
Lotta alle armi chimiche: si allunga la lista degli indagati