Luke Willis Thompson. hysterical strength

Stampa/PDF

La GAMeC ospiterà la prima personale in un’istituzione museale italiana dell'artista Luke Willis Thompson (Auckland, 1988) a cura di Edoardo Bonaspetti, “Guest Curator” della prima edizione di un nuovo programma di mostre promosso nell’ambito del Premio Lorenzo Bonaldi per l’Arte – EnterPrize.

Attraverso il cinema, la performance, la scultura e l’installazione, la pratica di Thompson si concentra sulla testimonianza come strumento di emancipazione sociale e politica

Per la mostra alla GAMeC, l’artista presenterà il video _Human (2018) e un corpus di nuove opere legate all’esperienza umana e professionale di Donald Rodney, membro di spicco del BLK Art Group morto a soli 36 anni a causa di un’anemia falciforme, i cui lavori parlano di razzismo, disuguaglianza, memoria e potere dei mezzi di informazione, catturando le conseguenze di politiche violente e di esclusione.

In un tempo in cui le intolleranze verso le fragilità, le discriminazioni di genere, di razza o classe sembrano diffondersi in maniera preoccupante, il lavoro di Thompson e l’eredità di Rodney sottolineano l’interdipendenza della condizione umana e i drammatici effetti che i meccanismi di oppressione possono esercitare.

Stampa/PDF
Luke Willis Thompson. hysterical strength