Mamma balli con me?

Stampa/PDF
Ha debuttato venerdì 20 dicembre 2019 al Teatro de’ Servi - via del Mortaro 22, all’angolo con via del Tritone - a Roma la pièce di Monica Lugini e Paolo Pioppini “Mamma balli con me? Storia d’amore e di amicizia tra le mura di San Lorenzo” regia di Alessandro Moser ed interpretata da Antonia Di Francesco, M. Lugini,Tommaso Paolucci, Erica Picchi, P. Pioppini e Angela Ruggiero.

Una famiglia che abita a San Lorenzo sempre nello stesso palazzo che ha resistito al bombardamento del 1943.

Una radio antica sulle cui note hanno ballato lo swing da giovani i due genitori, che oggi purtroppo non funziona più, ma guai a chi la tocca!

Le vecchie foto di Marcello, il miglior amico del padre scomparso tanti anni fa. Ma chi era Marcello? 
Perché compare in tutte le fotografie con mamma e papà? Perché la sua presenza è così familiare a tutti? 

Una commedia romantica e divertente, a tratti poetica, che racconta l'Amore e l'Amicizia, fino a fondere questi due sentimenti tanto da non vederne più i confini. Un commedia dei buoni sentimenti in cui ci si emoziona e si ride anche di cuore con gli spettatori che quando escono, hanno stampato in viso un bel sorriso.
«Mamma balli con me? ha il sapore delle pastarelle del pranzo della domenica, ha i colori delle smanicate incrociate sul davanti delle nonne, il candore delle canotte bianche dei padri dopo il lavoro, l'odore dei guanti di gomma da cucina delle mamme.

Questa famiglia, che trova le sue radici proprio tra quelli che sono scampati alle bombe, vive il conflitto tra padre e figlio che li separa su tutto, come un muro fatto a regola d’arte.

E si racconta di una figlia adolescente che, nonostante l’età, sembra saperne molto di più di suo fratello sulla vita perché le piace ascoltare dai racconti della saggia nonna, che tra il lavoro a maglia, levare un malocchio, un proverbio romano e l’altro non spreca mai le parole ma racconta e racconta… Infine la zia vedova che arriva da Mondragone il cui unico sogno è di potere visitare il santuario di Lourdes. “Tutti conservano un segreto” sentenzia nonna Rosa, uno di quei segreti intoccabili, antichi come la radio rotta, dalla quale non suona più lo swing da ballare dei loro anni fuggiti. Segreti su cui la vita si stratifica giorno dopo giorno e che inaspettatamente tornano a galla, rovesciando quel mare che si agita nello stomaco malgrado le scelte compiute. La vita prende sempre una direzione, lasciando a volte in sospeso troppe questioni che gli anni, l'amore, le rinunce ammorbidiscono ma non dimenticano. L’amore vero è davvero uno solo? Chi lo sa, ma intanto: "mamma, balli con me?» 
Stampa/PDF
Mamma balli con me?