Mario Bellini. Italian beauty, Architettura, design ed altro a Mosca

Stampa/PDF

Siamo quasi agli sgoccioli. Sono rimasti giusto un paio di giorni per vedere la mostra del grande architetto e designer italiano Mario Bellini al Museo statale di Architettura A.V. ŠČUSEV di Mosca, prima tappa della sua  turnèe iniziata nel 2017 alla Triennale di Milano. L’esposizione è stata inaugurata il 5 marzo, e si concluderà il 13 aprile, pertanto chi fosse interessato è ancora essere in tempo per godersi questa sorprendente mostra del maestro milanese Mario Bellini.

Il titolo dell’esposizione è esaustivo: italian beauty. Un omaggio alla bellezza, innanzitutto quella italiana, da celebrare, secondo il maestro ottantaduenne Mario Bellini, come elemento di necessità, specialmente per il suo ruolo salvifico ed eversivo. La Mostra Mario Bellini. Italian beauty, Architettura, design ed altro, allestita dall’ architetto Dario Curatolo (è la prima volta nella sua carriera che il maestro lascia l’allestimento ad un altro architetto!), è un viaggio ideale lungo 60 anni, che raccoglie opere di architettura, design ed exibition design che Mario Bellini ha realizzato nell’arco della sua lunga carriera creativa. Gli oggetti esposti accompagneranno il visitatore in un viaggio nel tempo, tra oggetti leggendari come il P101, il primo personal computer della storia, il Divisumma 18, calcolatore degli anni ’70 in gomma gialla, e il Pop, il lettore portatile.
sede della Deutsche Bank a Francoforte

Nella sua lunga carriera, Mario Bellini ha raggiunto grandi successi, avuto molti riconoscimenti e vinto alcuni premi tra cui otto Compassi d’oro, di cui il primo in giovanissima età per aver progettato il tavolo Cartesius della Pedretti. Mario Bellini non è stato solo un grande designer di oggetti, ma anche un formidabile architetto che negli ottanta decise di dare una svolta alla sua carriera e di fare le cose “in grande”. Fu così che nel 1987, dopo il MoMa di New York, Bellini scelse di dedicarsi prevalentemente ad design urbano e alle opere in grande scala. Tra gli esempi più noti realizzati nella sua lunga carriera ricordiamo la National Gallery of Victoria a Melbourne, il Dipartimento di arte islamica al Louvre e il Museo di storia di Bologna. Nella mostra del Museo statale di Architettura A.V. ŠČUSEV, per consentire al pubblico di ammirare le sue opere più importanti e imponenti di architettura urbana realizzate in tutto il mondo, sono presenti una serie di grandi schermi installati negli spazi espositivi che proietteranno immagini e video delle opere più significative del maestro milanese.

Ricordiamo infine che la mostra Mario Bellini. Italian beauty, Architettura, design ed altro è stata realizzata con il patrocinio dell’ambasciata d’Italia in Russia e con il supporto della ditta “Red Square”. Sponsor dell'evento sono state: Banca Intesa Sanpaolo, Bosco di Ciliegi, Elena Shlenkina Agency, ditta OAK. Le video installazioni sono state realizzate da “3D Produzioni”, regia di Giovanni Piscaglia. Partner della mostra: Studio "Mario Bellini Architects", il Museo delle macchine da scrivere della città di Bra e le ditte "Kartell", "Venini", "Cassina", "B&B Italia", "Artemide" e "Floss". partner informativo della mostra: la rivista “Salon”.

 articolo presente in www.sguardoadest.it

Stampa/PDF
Mario Bellini. Italian beauty, Architettura, design ed altro a Mosca