Migrazione legale: L'UE concorda nuove regole

Stampa/PDF

Il Comitato dei rappresentanti permanenti (Coreper) ha approvato un mandato per le direttive su un progetto che riguardano le condizioni di ingresso e di soggiorno dei lavoratori altamente qualificati provenienti da paesi terzi (Carta Blu). 

"Lo scopo della Carta blu è di attrarre lavoratori altamente qualificati in Europa. Il numero di specialisti e trasformatori economici del mondo sono limitati e la concorrenza per loro è forte. Scegliere l'Europa rafforzerà la nostra competitività e contribuirà alla nostra crescita economica" ha detto Andres Anvelt, ministro degli interni dell'Estonia, che attualmente detiene la presidenza del Consiglio Europeo. "Un permesso di soggiorno e di lavoro che renda le strutture e le condizioni più flessibili è necessario se vogliamo competere con la carta verde americana o il sistema a punti canadese", ha aggiunto il Ministro Anvelt.

La riforma della direttiva "Carta Blu" mira a rendere più attraente per i lavoratori altamente qualificati provenienti da paesi terzi venire a lavorare nell'UE. Essa avrà anche lo scopo di migliorare la loro mobilità tra posti di lavoro in diversi Stati membri.

La di direttiva ha presentato la proposta della nuova direttiva nel mese di giugno 2016, come parte degli sforzi dell'UE per sviluppare una politica migratoria globale, anche nel settore della migrazione legale.

Stampa/PDF
Migrazione legale: L'UE concorda nuove regole