Milano a testa alta

Stampa/PDF
Nel primo semestre del 2018 i valori immobiliari di Milano sono aumentati del 3,8%. Lo evidenzia un’analisi dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa in base alla quale anche le compravendite sono in ripresa come testimoniano gli ultimi dati diffusi dall’Agenzia delle Entrate: nel primo semestre del 2018 sono state 12.170 in aumento del 2,8% rispetto allo stesso semestre del 2017.

Valori immobiliari di Milano: città fuori dalla crisi
Milano è la città che, prima fra tutte in Italia, ha iniziato ad uscire dalla crisi immobiliare: le compravendite, infatti, sono in ripresa dal 2013 e i prezzi sono in crescita dal primo semestre del 2017. Inoltre dai dati raccolti dalle Agenzie del Gruppo Tecnocasa il 24,3% delle compravendite sono realizzate per acquistare la casa da mettere a reddito. Dal 2014 al 2018 infatti sono passate dal 13,8% al 24,3%. Questo è anche uno dei motivi per il quale a Milano la tipologia più richiesta è il bilocale che raccoglie il 44,9% delle preferenze contro una media delle grandi città del 23,5%.

Valori immobiliari di Milano dal centro alla periferia
Il capoluogo lombardo può vantare una buona ripresa del mercato immobiliare su diversi fronti. Buone le compravendite sia per acquisto prima casa sia per uso investimento. Vediamo gli andamenti nelle diverse zone.

  • Fiera-San Siro. E' la macroarea che ha segnalato la ripresa più importante: +7,2% in seguito all’andamento del quartiere di San Siro che grazie ai prezzi ancora contenuti (2000 euro al metro quadrato) e ai migliorati collegamenti attraverso la linea lilla, segnala l’interesse anche degli investitori che comprano per affittare e degli studenti. In rialzo anche i valori dell’area di Fiera-Monterosa, in particolare nelle aree a ridosso di City Life. Qui si realizzano soprattutto acquisti di prima casa. 
  • Bovisa-Sempione con +4,6% è un'altra macroarea in aumento. Allo stesso tempo ci sono aspettative per la riqualificazione dello “Scalo Farini” nella zona di via Cenisio. 
  • Nella macroarea di Navigli-Famagosta i valori sono in aumento del 2,8%. Qui si registra il buon andamento della zona di via Ripamonti dove comprano sia prima casa sia investitori. Si fanno sentire gli effetti della vicinanza della “Fondazione Prada” e di “Symbiosis”.
  • Nella macroarea di Vercelli-Lorenteggio i prezzi sono in aumento del 4% in seguito al trend registrato in via Washington, De Angeli, Gambara, Baggio e Tolstoj. In quest’ultima il futuro arrivo della metropolitana blu non sta facendo sentire impatti importanti sui prezzi, ma un lieve rialzo nelle zone a ridosso dei lavori ma non direttamente interessate dagli stessi. Stabili i valori del Centro. Per i prossimi mesi l’aspettative è ancora di recupero di prezzi per il capoluogo meneghino che potrebbero chiudere tra +5% e +7% confermando quindi l’ottimo stato di salute del mercato immobiliare.

Valori immobiliari di Milano e riqualificazione del territorio
Negli ultimi anni, Milano ha puntato molto sulla riqualificazione del territorio e adesso raccoglie i frutti in termini di mercato immobiliare dinamico. Come abbiamo visto, proprio in alcune periferie trasformate e in trasformazione, si è registrata una ripresa dei valori così come in quelle zone interessate direttamente e indirettamente da importanti progetti di recupero

Stampa/PDF
Milano a testa alta