Montefeltro Film School Festival: i vincitori

Stampa/PDF

Si conclude oggi a Pennabilli (Rimini) la terza edizione del Montefeltro Film School Festival, l’unico Festival in Italia dedicato esclusivamente alle Scuole di cinema internazionali. Questa sera alle 21:00, sul palco del cinema teatro Gambrinusverranno consegnati i premi di questa terza edizione del festival: Premio Valeur Miglior Allievo Regista Premio Valeur Miglior Film Innovativo.

Una giuria internazionale e completamente al femminile, presieduta dall’attrice francese Martine Brochard e composta dall’attriceValeria D’Obici, dalla regista Anna Di Francisca, dalla critica cinematografica/imprenditrice Alida Carcano e dalla sceneggiatriceMonica Zapelli, ha visionato durante tutta la durata del festival le opere dei giovani cineasti, tutti allievi di scuole internazionali di cinema, provenienti da 17 Paesi.

I premi assegnati:

Premio Valeur Miglior Film Innovativo: Jytte – A danish Heroanimazione (15 minuti), diretto da Morten Zachariassen della National Film School of Denmark. Un racconto ironico e cattivo che rinuncia a ogni forma di bontà  o luogo comune, e riesce in questo modo a dare uno sguardo tagliente, e originale sull'Europa e sulle sue paure.

Premio Valeur Miglior Allievo Regista: A Night in Tokoriki, film di finzione (18 minuti), diretto da Roxana Stroe proveniente dalla scuola Caragiale Academy of Theatrical Arts and Cinematography, Romania. Un viaggio ironico e delicato nel cuore di un Europa poco conosciuta, capace di sorprendere e di giocare con i nostri luoghi comuni, di unire - con naturalezza - poesia e grottesco, leggerezza e brutalità, senza mai perdere il sorriso.

Inoltre la giuria ha assegnato una Menzione speciale The Fifth Season, documentario (15 minuti), diretto da Shadi Habib Allah della scuola Sam Spiegel Film and Television School, Israele. Un racconto intenso e delicato di educazione alla libertà  e alla poesia capace di raccontarci il mare, che in questi giorni abbiamo visto come luogo di morte e di disperazione, come orizzonte di speranza e di futuro.

Dopo un’attenta selezione tra oltre 250 opere la direzione artistica del festival – nella persona del regista e sceneggiatore Maurizio Zaccaro e del regista e sceneggiatore Piergiorgio Gay – ha selezionato 28 lavori, tra corti e mediometraggi di fiction, animazione e documentari. La selezione sarà presentata al pubblico gratuitamente durante i giorni del festival per offrire una finestra sul cinema del domani. I paesi di provenienza di questa edizione del festival sono i seguenti: Germania (con 4 film), Gran Bretagna (3), Olanda (2), Francia (2), Danimarca (2), Romania (2), Israele (2), Belgio (2), Finlandia, Croazia, Polonia, Austria, Ungheria, Russia, Norvegia, Svizzera e Italia. 28 progetti, corti e mediometraggi, che vanno dalla fiction al documentario, alle animazioni, in grado di offrire al pubblico una finestra sul futuro del cinema del domani.

Ai vincitori verranno assegnati due premi in denaro, gentilmente offerti dallo sponsor svizzero Valeur Investment. Il primo, di 2.500 euro, al miglior allievo regista; il secondo – sempre di 2.500 euro – al miglior film innovativo: un contributo che è vuole essere un incoraggiamento a continuare a lavorare nel mondo della cinematografia.

Stampa/PDF
Montefeltro Film School Festival: i vincitori