Morte di una stella e altrove

Stampa/PDF
Il Comune di Milano, la Fondazione Giorgio Pardi e l’associazione cramum inaugurano il 12 gennaio alle 18,00 allo Studio Museo Francesco Messina di Via San Sisto 4/a la mostra site-specific MORTE DI UNA STELLA E ALTROVE di Eracle Dartizio, curata da Sabino Maria Frassà. Cosa ci fa comprendere meglio il nostro essere finiti e mortali se non la perdita della mamma? La ricerca umana e artistica di Eracle Dartizio parte di qui per poi riflettere sulla piccolezza dell'esperienza umana e sulla difficile e incessante ricerca di un “altrove”, di un rifugio e di una speranza.

L’artista mette così lo spettatore di fronte alla morte dell'universo: i cieli crollano travolgendo anche le sculture equestri di Francesco Messina, le “pozzanghere” sono innalzate e finiscono per essere le uniche stelle e fonti di luce. Eracle Dartizio enfatizza ancor più tale drammaticità attraverso la ricerca dei materiali e il loro accostamento: l’opera “Supernova” è ad esempio composta dal tessuto più leggero al mondo (stampa su super organza giapponese) e dal materiale più duro (rivestimento in nitruro di boro cubico).

Come ricorda il curatore, Sabino Maria Frassà: «Alla Chiesa di San Sisto, oggi Studio Museo Francesco Messina, l’artista rappresenta la preghiera laica per l’uomo moderno, così consapevole della propria piccolezza di fronte all’universo, al mondo e alla storia umana.  In questa preghiera non c’è spazio per le immagini. L’uomo è di fronte alla materia ed è da solo. Tutto ciò che lo circonda è materia, persino il cielo,  spesso caricato di significati salvifici. Come ogni materia anche il cielo si trasformerà, collasserà, morirà. Ai cieli di Eracle Dartizio non ci si può quindi aggrappare.

Eracle Dartizio non può che proporre di ricercare quell’altrove e quella speranza dentro se stessi. L’unica luce della mostra non sono infatti le stelle, bensì una pozzanghera, posta al centro della Chiesa».

 

In collaborazione con: Amaike Textile Industry, Ishikawa (J); Cafro srl, Fino Mornasco; Galleria Moitre, Torino; Silhouette Eyewear, Como.

Si ringrazia per la concessione dell’opera Pozzanghere: Fonderia Artistica Battaglia, Milano; Galleria Toselli, Milano.

ERACLE DARTIZIO
Eracle Dartizio, nato a Vaprio d’Adda nel 1989. Ha frequentato con borsa di studio la NABA – Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Nel 2012 si diploma con lode in Graphic Design & Art direction. Dal 2013 lavora in provincia di Milano. E’ stato in residenza artistica presso la Fonderia Artistica Battaglia, in collaborazione con il Premio Arte Laguna di Venezia. Nel 2014 è finalista del premio e lo stesso anno vince il Premio Arte Mondadori, promosso da Cairo Editore. Nel 2015 la UAL – University of the Arts London gli assegna una borsa di studio.  Espone in Italia e all’estero. Si segnala: OLTRE (Istituto di Cultura Italiana, Budapest); Open 17 (Isola di San Servolo, Venezia); Milano Città Mondo (Fabbrica del Vapore, Milano). www.eracledartizio.com

Associazione cramum
Associazione cramum
è nato come work in progress culturale nel novembre del 2012 per promuovere l'arte contemporanea in tutte le sue forme. L’associazione promuove e supporta i migliori giovani artisti che operano in Italia a prescindere dalla loro origine. L’obiettivo ultimo è mettere nelle condizioni questi talenti di vivere della propria arte.

Fondazione Giorgio Pardi
La Fondazione Giorgio Pardi lavora dal 2008 per migliorare la qualità della vita delle nuove generazioni. La Fondazione è un ente non-profit che ricorda il Professor Giorgio Pardi, combattendo la fuga di cervelli e sostenendo i migliori giovani in Italia. "Sapere, Saper Fare, Saper Essere. Gli italiani devono imparare a superare le divergenze e fare squadra per affrontare con successo un mondo sempre più complesso."

Stampa/PDF
Morte di una stella e altrove