Musica Distesa

Stampa/PDF

Musica Distesa non è solo un Festival. Musica Distesa è una comunità che condivide sogni. Musica vera, vini naturali, cultura materiale, arte clandestina. Un mondo diverso ma possibile nel cuore verde della regione Marche, a Cupramontana.

Quest’anno il Festival compirà dieci anni. Un decennale vissuto con una idea precisa in testa: che artisti e fruitori si uniscano per il perseguimento della Bellezza, al di fuori dei consueti percorsi culturali e artistici.

Siamo stati nel 2013 il primo festival italiano finanziato grazie al crowfunding, cioè co-prodotto dagli spettatori, mantenendo una vocazione originaria: la fuga dalle città per costruire utopie concrete, l’arte e la musica come catarsi collettiva, una direzione artistica – sotto la guida di Giuliano Dottori – che preferisce la scoperta, la contaminazione, lo scontro. L’insurrezione culturale, per dirla con Jonathan Nossiter, come ad esempio quella dei vignaioli naturali. Ma anche quella dei tanti cantanti, intellettuali, scrittori, artisti transitati a Cupramontana in questi dieci anni: WuMing2, Don Pasta, Emidio Clementi, Giovanni Gaggia, Thony, Il Pan del diavolo, Wolf Bukowsky, Blue Willa, Andrea Martignoni, Gentlemen’s agreement e molti altri.

Per il decennale un programma d’eccezione con undici concerti live, due DJ set, due mostre, uno spettacolo teatrale di grande impatto, proiezioni di video e presentazioni di libri.

Stampa/PDF
Musica Distesa