My Cooking Box

Stampa/PDF

Oltre 500 mila euro di capitali raccolti in un mese e mezzo: è il risultato raggiunto dalla start up My Cooking Box, guidata dalla trentratreenne Chiara Rota, grazie alla campagna lanciata su Mamacrowd, la principale piattaforma di equity crowdfunding in Italia, parte del network SiamoSoci.

La campagna della start up, che a poche ore dal lancio aveva già superato il 100% della raccolta, ha raggiunto un overfunding dell' oltre 253%.

My Cooking Box sta rivoluzionando il meal delivery e allo stesso tempo il modo di apprezzare la ricchezza culinaria nostrana anche nel resto del mondo: la start up seleziona e confeziona nelle giuste dosi i migliori ingredienti italiani e accompagnandoli con le ricette più adatte, così da permettere a chiunque di cucinare - come un vero chef - un piatto tipico del territorio italiano. Un piano ambizioso a cui ha creduto in primis Ernst & Young, la società di consulenza che si è affiancata, in qualità di partner, nella definizione e nello sviluppo della piattaforma di Chiara Rota per promuovere l’esportazione nel mondo del food Made in Italy.

Il successo straordinario che My Cooking Box sta ottenendo su Mamacrowd testimonia quanto gli investitori credano nella soluzione innovativa proposta dalla start up leader in Italia del meal kit delivery. Un traguardo, ancora più significativo, se messo a confronto con l’andamento del settore: My Cooking Box convince e, ancora di più, piace il progetto di retail che mira, entro la fine dell’anno, all’apertura di un primo punto vendita monomarca a Milano. Un progetto pilota dove fare ristorazione con le ricette regionali di My Cooking Box, vendita delle stesse e brand experience con cooking show ed eventi immersivi che coinvolgeranno e creeranno empatia con il cliente.

Milano sarà il punto di partenza per lo sviluppo di ulteriori punti vendita in tutta Europa: Chiara Rota ha previsto, infatti, a partire dal 2019, e per i successivi cinque anni, l’avviamento di altri 4 punti vendita diretti in Germania e UK e di 30 in franchising distribuiti in tutto il continente.

A dar ragione a My Cooking Box, non solo i numeri raccolti con la campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd, ma anche le opportunità di business apertesi proprio in queste ultime settimane. A livello internazionale, è stato chiuso un primo importante accordo con un player retail in Messico ed è iniziata una trattativa con un partner di grande calibro, che gestisce catene del settore food e non, in Corea del Sud.
 

Anche in Italia, l’interesse su My Cooking Box è in continua crescita: lo testimoniano la partecipazione di capitale di una nota famiglia a capo di una grande realtà aziendale, leader nel settore food; la collaborazione con un importante brand di birra e la partnership con la storica Rizzoli Emanuelli Spa, leader nazionale nella produzione e vendita di prodotti ittici, per lo sviluppo di un’esclusiva box tematica.

Stampa/PDF
My Cooking Box