NAPOLI DIVER CITY

Stampa/PDF

Si svolge oggi nella Sala della Giunta di  Palazzo San Giacomo il Convegno “Napoli DiverCity,  una rete per imparare a riconoscere le  differenze. Le pari opportunità delle persone lesbiche, gay, bisessuali,  transgender e intersessuali (LGBTI)”.

In questa  occasione si firma il Protocollo tra il  Comune di Napoli  e la Human Rights Commission della Città di San Francisco che prevede la creazione di una piattaforma di cooperazione  finalizzata al miglioramento delle pari opportunità, dell'auto-affermazione, della promozione dell'uguaglianza dei diritti e della lotta ad ogni forma di  discriminazione sociale, per dare l'avvio a tante iniziative di prevenzione  e contrasto all'omofobia e alle disparità legate al genere e all'orientamento  sessuale.

Viene, inoltre, illustrato il protocollo d'intesa tra il Comune di  Napoli ed il Comune di Torino, sede della segreteria della rete READY (Rete  Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento  sessuale e identità di genere) per favorire le azioni per la prevenzione e il  contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e l’identità  di genere, nell'ambito della strategia nazionale dall'UNAR, che prevede un  programma formativo verso operatori pubblici, con la collaborazione dell'OSCAD  (Osservatorio sulla Sicurezza Contro gli Atti  Discriminatori).

I partecipanti:  Il Sindaco di Napoli  Luigi de  Magistris (ore 10,30); il  Vicepresidente della Regione Campania Guido Trombetti;  Paolo Valerio in rappresentanza del  Rettore dell’Università Federico II;  il direttore dell’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) Marco De Giorgi; Simona Marino Consigliere  Comunale con delega alle Pari Opportunità e  rappresentanti  della società  civile.

Stampa/PDF
NAPOLI DIVER CITY