Napoli: il restauro di Castel Nuovo

Stampa/PDF

Il MIBACT finanzia l'intervento di restauro e messa in sicurezza di Castel Nuovo per 4,5 milioni di euro. Viene così accettata e ritenuta meritevole di finanziamento la proposta progettuale presentata dalla Soprintendenza di Napoli e predisposta insieme al Comune, per il monumento simbolo della città, finalizzata al potenziamento dell'offerta culturale e turistica, che prevede il restauro e la messa in sicurezza del complesso monumentale, il completamento dell'abbattimento delle barriere architettoniche, il potenziamento degli allestimenti per la visita degli spazi monumentali, il recupero dei percorsi esterni per il loro utilizzo e la inevitabile attraente fruizione paesaggistica.

I fondi assegnati provengono dalle economie che si sono rese disponibili nell'ambito del PAC (Piano di Azione e Coesione) 2007-2013.

Questo finanziamento va ad integrarsi con i fondi stanziati per il “parco archeologico” che si realizzerà nell'area tra piazza Municipio e piazza del Plebiscito.

Siamo convinti che con questo ulteriore intervento, che nasce grazie alla sinergia istituzionale tra i vari attori – dichiarano gli assessori del comune di Napoli all'urbanistica Carmine Piscopo alla infrastrutture Mario Calabrese e alla cultura Gaetano Daniele - si andrà a realizzare la trasformazione di un’intera parte di città che, attraverso progetti differenti e differenti strumenti di finanziamento, tiene insieme Castello, Piazza, Palazzo comunale, Parco archeologico, Stazione dei treni, nuovi servizi portuali. Un intervento ambizioso e affascinante – concludono gli assessori - che vede coesistere il nuovo, una stazione di treni, con l'antico, il Castel Nuovo che si apre a nuovi usi senza perdere il ruolo di monumento, in un progetto di 'parco archeologico', che si lega alla ritrovata piazza del Municipio, fino a connettersi alle 'scuderie' di Palazzo Reale”.

Stampa/PDF
Napoli: il restauro di Castel Nuovo