NEL MONDO UN SUICIDIO OGNI 40 SECONDI

Stampa/PDF
Un suicidio ogni 40 secondi. Secondo un report pubblicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità sarebbe questa la frequenza con la quale, nel mondo, gli individui si privano della propria vita. La pubblicazione - la versione integrale è disponibile qui – mira a sviluppare una maggiore conoscenza del fenomeno, allo scopo di prevenire e contenere ulteriori casi.
Naturalmente, il tasso di suicidio varia sensibilmente da nazione a nazione. Su questo aspetto incide un numero articolato di fattori, che spesso agiscono in contemporanea: elementi culturali, economici, religiosi, ambientali e molto altro. Alcuni Paesi riportano casistiche più frequenti rispetto ad altri anche di 40 volte. Tuttavia, secondo l’OMS, esiste la possibilità, per i governi, di adottare misure adatte alla prevenzione di questo fenomeno.

In alcuni Paesi il suicidio è illegale. In India, come riporta il Guardian, la media di suicidi è molto alta: 21 casi ogni 100mila abitanti, contro una media mondiale che si assesta ad 11. Il suicidio è la seconda causa di morte nella fascia di età 15-29, è più comune tra gli uomini rispetto alle donne e diffuso maggiormente nelle nazioni ricche rispetto a quelle più povere.

Di solito, i Paesi cristiani o musulmani tendono ad avere tassi di suicidio più contenuti, poiché queste religioni lo vietano espressamente. Ma Paesi come la Corea del Nord (39.5 suicidi ogni 100mila persone) o la Corea del Sud (36.6) fanno registrare alcune tra le statistiche più alte.

L’OMS invita tutti i Paesi a sviluppare una politica di prevenzione in materia di suicidio. Questo perché, spesso, alcuni elementi giocano un ruolo chiave in vicende del genere. Ad esempio: rivedere le condizioni di vendita delle armi dove il loro acquisto è piuttosto accessibile; riconsiderare i regolamenti per la vendita di alcool; limitare la vendita di antidolorifici o altri farmaci che possono svolgere una parte nelle intenzioni di chi ricorre ad un gesto così disperato. Ad oggi, però, soltanto 28 Paesi al mondo hanno un piano di prevenzione e sensibilizzazione in merito ad un tema così delicato.  
Stampa/PDF
NEL MONDO UN SUICIDIO OGNI 40 SECONDI