Non solo grandi isole

Stampa/PDF

Per gli italiani estate è sinonimo di mare e le isole rappresentano la risposta perfetta per chi desidera immergersi in acque cristalline e sentirsi davvero lontano dalla frenesia quotidiana. L’Italia, che oltre a Sicilia e Sardegna è ricca di piccole formazioni insulari, rappresenta quindi la scelta ideale per una vacanza all’insegna di mare e sole. Il motore di ricerca viaggi momondo.it ha analizzato i propri dati per scoprire quali piccole isole del Bel Paese hanno conquistato quest’anno il cuore dei viaggiatori tricolore.

Campania e Sicilia assolute protagoniste, Isola d’Elba unica “outsider” della top 5

Non c’è dubbio: gli italiani che cercano una vacanza su un’isola nostrana sognano le perle di Campania e Sicilia, entrambe regioni con ben due destinazioni nella top 5: rispettivamente Ischia e Capri (1° e 2°) e Lampedusa e Favignana (4° e 5°). La spunta sull’ultimo gradino del podio la sempre amatissima Isola d’Elba, che lo scorso anno era addirittura fuori dalle prime dieci posizioni di questa speciale classifica.

In Campania i primati di questa classifica: Capri la più cara, Ischia la più economica

Il fascino della dolce vita caprese quest’anno si paga a caro prezzo: con un aumento del 38% del prezzo medio degli hotel rispetto al 2017 – che quest’anno si attesta sui 279 € a notte – Capri guadagna il primato di isola più cara tra le “minori” più amate questa estate. Seguono l’Elba (196 € in media a notte), Lampedusa (187 €) e Favignana (178 €). Guadagna invece la corona di isola più conveniente in termini di soggiorno in hotel Ischia, che beneficia di un calo dei prezzi medi del 9%, attestandosi sui 141 € a notte (quasi la metà rispetto a Capri).

Quest’anno il 71% dei viaggiatori italiani aspetta le vacanze estive per raggiungere destinazioni di mare e le piccole isole del Bel Paese rappresentano la scelta ideale per chi cerca spiagge da sogno lontano da tutto e tuffarsi in acque cristalline. Grazie alle nostre analisi di dati, ai consigli forniti dai nostri esperti di viaggio e agli strumenti e funzionalità presenti su momondo, ci auguriamo che i viaggiatori di tutto il mondo si trasformino in perfetti agenti di viaggio personali, al fine di trovare le soluzioni più convenienti e personalizzate per la loro prossima vacanza alla scoperta delle bellezze insulari minori che costellano lo Stivale,” commenta Clizia L’Abbate, spokesperson di momondo in Italia.

La classifica nel dettaglio

Ischia si è aggiudicata quest’anno il titolo di piccola isola più amata dagli italiani per le vacanze estive. Dopo Sicilia e Sardegna Ischia rappresenta l’isola più popolosa dello Stivale, nonché una delle mete più amate dai viaggiatori di ogni dove. I visitatori possono farsi ispirare dalle bellezze storico-culturali che caratterizzano i pittoreschi panorami ma anche da quelle naturali: immancabile un’escursione sul monte Epomeo o una giornata all’insegna della tintarella scegliendo tra bellissime spiagge tra cui Cartaromana, Chiaia o Cava dell’Isola. Ma Ischia è soprattutto il regno delle terme, rinomate universalmente. I viaggiatori potranno ritrovare equilibrio e benessere tra piscine, cascate, sauna, bagno turco, trattamenti vari disponibili presso i numerosi stabilimenti presenti sull’isola e, naturalmente, accesso allo splendido mare.

In seconda posizione si trova un’altra perla del Golfo di Napoli: Capri, l’isola campana più mondana, che dagli anni ‘50 è diventata una delle mete più glamour grazie a hotel esclusivi, boutique di lusso e tanti yacht attraccati. Tra le tappe immancabili non solo all’insegna del lusso si annoverano la Piazzetta (piazza Umberto I) di Capri, salotto e simbolo della dolce vita; le ville e i giardini splendidi esempi di architettura romana; Marina Grande – con le sue casette colorate e da cui salpare per un tour intorno all’isola; i Faraglioni, ovvero tre maestose rocce in mezzo al mare poco al largo dalla costa; la celeberrima Grotta Azzurra, al cui interno l’acqua ha tonalità stupefacenti, e il centro storico di Anacapri, l’altro comune isolano.

Segue in terza posizione Elba, l’isola più grande dell’Arcipelago Toscano e parte dell’omonimo parco nazionale, che salvaguarda mare e territori al largo delle province di Livorno e Grosseto. Chi sceglie l’Isola d’Elba trova per attività per ogni gusto: acque trasparenti per lo snorkeling, deliziosi borghi marinari oppure entroterra da esplorare e tanti sentieri per gli amanti delle escursioni e della bicicletta. Il capoluogo è Portoferraio, punto d’attracco per i traghetti che da Piombino portano all’Elba in circa un’ora: imperdibile anche un giro lungo la cinta muraria rinascimentale, i forti e le residenze di Napoleone all’epoca del suo esilio elbano.

La classifica continua con Lampedusa. Ospitata dall’arcipelago delle Pelagie, sebbene appartenga amministrativamente alla provincia di Agrigento, rientra geologicamente nel continente africano: qui è possibile godersi il caldo anche quando altrove iniziano a farsi sentire le temperature autunnali, concedendosi tuffi e bagni in un mare spettacolare. La baia che ospita la Spiaggia dei Conigli e l’isolotto che le sta di fronte è un luogo paradisiaco, una perla per la tintarella, nuotate e immersioni. Tra un tramonto ad Albero Sole, il punto più alto dell’isola, e un giro dell’isola in barca, la cucina a base di pesce locale saprà deliziare anche i palati più esigenti.

Chiude questa speciale classifica Favignana: la prima delle isole Egadi raggiungibile con traghetti e aliscafi da Trapani, da cui dista meno di 10 km. È un lembo di terra di appena 19 km2, caratterizzato da due zone pianeggianti divise da una dorsale montuosa: questa conformazione particolare conferisce all’isola la forma di farfalla adagiata sul mare, come la definì il pittore Salvatore Fiume.

Favignana ha coste frastagliate ricche di cavità e grotte, ammirabili al meglio con un giro in barca intorno all’isola. Oltre alle spettacolari cale rocciose e alle spiagge sabbiose, l’ex stabilimento della tonnara è sicuramente da non perdere. Da dimenticare è invece la macchina: l’isola di Favignana è facilmente percorribile a piedi, in autobus oppure in bicicletta.

Stampa/PDF
Non solo grandi isole