Opsobjects e il cinema d'autore

Stampa/PDF

Opsobjects è sempre più vicino alle arti visive con una nuova importante partecipazione al mondo del cinema. Infatti, il brand di fashion jewellery designed in Italy è stasto protagonista a Napoli per la 22esima edizione di Artecinema, il festival di film sull’arte contemporanea ideato da Laura Trisorio e riconosciuto in ambito internazionale come una delle manifestazioni più significative del settore, anche per l’impegno culturale e sociale: Artecinema va in scena nell’ambito di Progetto XXI a sostegno della Fondazione Donnaregina.

Condividendo con l’esperienza cinematografica i valori di originalità, sperimentazione e ricerca estetica, Opsobjects ha scelto di farsi portavoce della creatività e della libera espressione, diventando sponsor tecnico di Artecinema che presenta in cartellone 25 proiezionipresso il Teatro Augusteo e una prima assoluta al Teatro San Carlo.

Un focus dedicato alla figura femminile nel mondo dell’arte, una pellicola su Bill Viola girata da Gerald Fox e una sull’ultima esposizione di Jan Fabre all’Hermitage di San Pietroburgo, il film Take me (I’m yours) sull’omonima mostra collettiva in cui i visitatori sono stati invitati a compiere tutto ciò che di norma è vietato in un museo. E ancora, cortometraggi sulla street art, documentari su David Hockney, Salvador Dalì e Marina Abramovic. Infine, una sezione dedicata al cinema sull’architettura e sulla fotografia. Questi sono i temi dell’edizione 2017 di Artecinema.

“Con l’obiettivo di sostenere la creatività e il dialogo culturale siamo sempre più determinati a prendere parte a eventi che portino l’arte, in tutte le sue forme, negli ambienti di condivisione urbana. Per diffondere questo messaggio, Opsobjects ha scelto di contribuire al successo di progetti come Artecinema, offrendo anche una partecipazione di tipo economica”, ha commentato Luca Giglio, partner di Opsobjects.

In una grande varietà di esperienze e narrazioni, Opsobjects ritrova nel cinema uno dei fondamenti su cui ha costruito la propria storia: dar voce alle emozioni. Il brand con le sue innumerevoli collezioni, pensate per chi ama definire il proprio mood e sorprendere con accessori raffinati, spiritosi e decisamente pop, è una factory di idee innovative in cui nascono gioielli e orologi di tendenza, unici e colorati. La creatività, la ricerca sui materiali e sulle forme superano le convenzioni e sperimentano una nuova estetica che diventa espressione della propria personalità.

La partecipazione ad Artecinema ha rappresentato un nuovo capitolo dell’impegno di Opsobjects nella promozione delle arti. A settembre, infatti, il brand era stato protagonista di FuoriCinema, il festivalino milanese di cinema d’autore ideato da Cristiana Capotondi e Cristiana Mainardi. In quell’occasione, aveva donato una collezione di orologi Ops!Posh perché venissero messi in vendita negli spazi del Market Place: il ricavato della vendita è stato devoluto ad art4sport, l’associazione benefica fondata dalla schermitrice e campionessa paraolimpica Bebe Vio.

Stampa/PDF
Opsobjects e il cinema d'autore