Parole a scuola

Stampa/PDF

Tecniche di narrazione con Instagram”, “Riconoscere fake news e hate speech”, “I social più usati dai ragazzi spiegati agli insegnanti”, “Essere adolescenti a colpi di like” sono solo alcuni dei titoli degli oltre 30 workshop che comporranno “Parole a scuola”, la giornata di formazione gratuita sul tema delle competenze digitali e dell’ostilità nei linguaggi. Organizzato da Associazione Parole O_Stili, Università Cattolica, Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con MIUR e Corecom Puglia, “Parole a scuola” si svolgerà a Bari (Fiera del Levante) venerdì 30 novembre.

Tanti gli esperti, i professionisti e i volti famosi che interverranno durante i diversi momenti della giornata. Tra questi Alberto Pellai - Psicoterapeuta dell’età evolutiva che - all’interno del panel dedicato agli studenti “Chiamare, fare, baciare: le emozioni ai tempi di internet” - spiegherà come funziona il cervello degli adolescenti quando navigano online, chi siamo davvero quando siamo connessi e come trasformare la Rete in un luogo di crescita ed esplorazione sana. Insieme a lui Daniele Doesn’t Matter - star di YouTube, racconterà, con il suo taglio ironico e divertente, gli aspetti più particolari delle vite connesse dei ragazzi. Ed infine, attraverso l’irriverenza delle “notizie” di Lercio, gli studenti scopriranno come il rapporto con l’informazione e le sue fonti sia ancora un terreno in parte inesplorato. In chiusura i saluti Marco Pinna di ScuolaZoo.

Giornalisti sportivi, come Guido Meda, Lia Capizzi e Paolo Condò, e alcuni protagonisti del mondo dello sport Consuelo Mangifesta, Josefa Idem, Antonella Palmisano, Maria Beatrice Benvenuti, Andrea Stefani, Nicola Rizzoli, interverranno nel secondo panel dedicato ai ragazzi, “#losportchemipiace”, durante il quale verrà ufficialmente presentata la declinazione del “Manifesto della comunicazione non ostile per lo sport”, la cui redazione è stata ispirata dai contributi di oltre 100 tra atleti, club, squadre, federazioni, aziende, giornalisti e comunicazioni legati al mondo dello sport. Tra questi, oltre ai relatori, Massimiliano Allegri, Alex Zanardi, Andrea Monti - Direttore della Gazzetta dello Sport, Xavier Jacobelli - Direttore di Tutto Sport, Ivan Zazzaroni - Direttore responsabile del Corriere dello Sport, Bruno Gentili - Direttore di Rai Sport, Federico Aliverti - Direttore di Motociclismo, FC Inter, Fidal, Filjkam, Lega Pallavolo Serie A, CSI, Twitter Sport, Jaguar Land Rover, McFit.

Un Manifesto composto da dieci semplici principi di stile a cui ispirarsi per ristabilire un contatto diretto, sincero e fondato sui valori nobili dello sport, così da evitare un linguaggio ostile nel tifo e nella comunicazione.

Durante la giornata è previsto un altro momento speciale. Parole O_Stili si apre infatti anche al mondo dei piccolissimi con il libro illustrato “Parole appuntite, parole piumate”. Scritto da Anna Sarfatti (tra i suoi libri La Costituzione raccontata ai bambini, Al galoppo sotto le stelle, Chiama il diritto, risponde il dovere, I bambini non vogliono il pizzo. La scuola «Giovanni Falcone e Paolo Borsellino»), illustrato da Nicoletta Costa, ideatrice di Giulio Coniglio ed edito dalla Franco Cosimo Panini Editore. Questo sarà uno strumento per genitori ed educatori utile per cominciare da subito a spiegare ai bambini il corretto utilizzo degli strumenti digitali, proprio durante gli anni in cui iniziano i primi approcci ai dispositivi mobili. Verrà presentato all’interno del panel “Parole appuntite, parole piumate” insieme ad un libretto delle istruzioni che potrà aiutare ad affrontare l’argomento in modo ragionato e attraverso un codice linguistico e interpretativo adatto ai bambini. A parlarne: Rosy Russo - Ideatrice di Parole O_Stili, Francesco Marino - Responsabile comunicazione di Società italiana pediatria, Elisa Maria Colombo - Communication Specialist per Nati per leggere e Centro per la Salute del Bambino onlus, Giovanni Scifoni - Attore e creatore di contenuti video a tema famigliare.

Parole a scuola” a Bari arriva dopo l’edizione dello scorso febbraio a Milano che ha visto 1.200 professori ed esperti riunirsi nella sede dell’Università Cattolica, e prosegue il percorso che sta portando il Manifesto della Comunicazione non ostile nelle classi d’Italia. La tappa pugliese sarà un momento nuovo e ri-progettato che coinvolgerà molti esperti della Rete, giornalisti, comunicatori, docenti, psicologi e altre figure che presteranno la propria professionalità per affrontare il tema delle competenze digitali, dell’ostilità dei linguaggi in tutte le sue forme. L’evento sarà caratterizzato da uno spirito innovativo e, nei diversi panel, gli insegnanti potranno cogliere un’opportunità d’incontro e confronto con colleghi da tutta Italia, approfondire molteplici temi, per poi tornare in classe con nuove competenze utili a trasferire ai propri studenti un uso maggiormente consapevole e corretto degli strumenti digitali.

Stampa/PDF
Parole a scuola