Pascale, tre ricercatori ricevono riconoscimenti internazionali

Stampa/PDF
Una bella notizia per la sanità napoletana che, grazie a tre ricercatori del Dipartimento di Ricerca Traslazionale dell'Istituto dei Tumori di Napoli, riceve tre premi di caratura internazionale. 

Tre riconoscimenti internazionali, quindi, per dare prestigio non solo alla sanità napoletana e campana ma anche a quella italiana. 

Esprime soddisfazione il Dr. Raffaele Tortoriello, coordinatore regionale dell'Uil Fpl Medici, che dichiara:"La notizia di questi tre giovani ricercatori dell'Istituto Pascale, premiati con riconoscimenti internazionali, è motivo di orgoglio e di grande soddisfazione. Spesso approdiamo sui media solo per notizie scandalistiche o peggio ancora di malpratice , invece in questi ultimi tempi notizie sempre più interessanti e di novità in campo scientifico escono dall'Istituto Pascale, vedi il Vaccino contro il Ca mammario è quello epatico ed adesso questa notizia di premiazione. Ebbene come operatori del'Istituto nei siamo fieri, anche perché siamo i primi in ITalia ed in Europa. 

Ma come rappresentante dalla parte sociale dobbiamo ancora una volta registrare i ritardi della politica, che ancora non riesce a dare una risposta seria e concreta al 'precariato' di questi giovani talenti. I precari in questione sono tutti laureati e lavorano su forme contrattuali che hanno solo la possibilità di attingere fondi da fonti finanziare di benevolenza sociale.

Aspettiamo che qualche multinazionale li porti all'estero? Bisogna avere il coraggio di fare non un passo ma anche duein avanti,per risolvere il problema precariato. Perché la lotta al cancro si vince con le strutture moderne , la nuova tecnologia ma sopratutto con le risorse umane valide.

Come Sindacato chiediamo subito una convocazione regione ,ministero sanità è quello dell' economia, assieme al direttore generale ed a quello scientifico per trovare una soluzione definitiva ad un problema che potrebbe dare alla Campania , ed all Italia tutta una grossa svolta a quello che è il male del secolo".

Stampa/PDF
Pascale, tre ricercatori ricevono riconoscimenti internazionali