Piano City Milano 2018

Stampa/PDF
Sette concerti per festeggiare l'apertura delle candidature alla settima edizione di Piano City Milano. Un omaggio agli House Concerts – i concerti ospitati all'interno di case private – che da sempre sono il cuore di Piano City Milano, per tenere vivo lo spirito della manifestazione in attesa della tre giorni di maggio. Dal 18 gennaio al 1 marzo 2018, durante tutto il periodo di apertura delle iscrizioni, sette abitazioni ospiteranno un concerto di pianoforte.

Primo appuntamento alla Casa-Museo Boschi Di Stefano con il pianista Yevgeni Galanov e musiche di Gesualdo, Delucchi, Ravel e Rachmaninov. Ventisette anni, originario della Bielorussia, Galanov è il vincitore del primo premio del concorso "Piano City Renato Sellani” 2017, premio che ogni anno viene assegnato per il sostegno alla formazione di giovani pianisti tra i 18 e i 30 anni grazie alle donazioni raccolte nel corso
di Piano City Milano.

Si sono così aperte le iscrizioni alla settima edizione di Piano City Milano. Fino al 1 marzo 2018, sul sito www.pianocitymilano.it, sarà possibile iscriversi online come pianista, come spazio per ospitare un concerto, o per proporre un pianista e uno spazio per un concerto.

Piano City Milano non potrebbe esistere senza la generosità dei tanti milanesi che ogni anno mettono a disposizione case e cortili privati, dando vita a una manifestazione partecipata e inclusiva, diffusa in ogni angolo della città. Insieme ai giovani talenti e ai grandi pianisti, i veri protagonisti sono i cittadini, gli appassionati di musica, gli spettatori che si incontrano intorno al pianoforte.

I prossimi appuntamenti con gli House Concert saranno con Fabrizio Grecchi, con un omaggio ai Beatles e un repertorio di musica rock e pop; Ettore Bove si esibirà in un concerto dedicato alle grandi colonne sonore, da Morricone a Piovani. Musiche originali e improvvisazione l'8 febbraio con Daniele Longo, mentre il 15 febbraio Ludovica De Bernardo suonerà brani di Wagner, Rachmaninov e Liszt. Musica classica anche con Riccardo Rijoff con brani di Beethoven, Schubert e Chopin. Ultimo appuntamento giovedì 1 marzo con Luca Ciammarughi con un concerto omaggio a Schubert.

Un palinsesto ricchissimo e variegato come i tanti generi che animano Piano City Milano: dalla musica classica al rock, dal jazz alla musica contemporanea; con particolare attenzione ai giovani talenti come Yevgeni Galanov e Ludovica De Bernardo, entrambi vincitori del premio “Piano City Renato Sellani”.
Stampa/PDF
Piano City Milano 2018