Piccolo festival dell'essenziale

Stampa/PDF

Si tiene a Roma, presso l'Oratorio Baldini in piazza Campitelli, 9 (in pieno Centro), la quarta edizione del Piccolo Festival dell'Essenziale, a ingresso gratuito.

Nato da un'idea del poeta e scrittore Davide Rondoni, direttore artistico del Festival, l'evento si presenta come "un viaggio in quattro parole per scoprire l'essenziale del vivere" e si declinerà, nell'edizione 2016, nelle parole e concetti di Errore, Incanto, Esilio, Amicizia. Di fronte alla crisi, umana prima ancora che economica e sociale - sottolinea Rondoni - di fronte al diffondersi del superfluo che illude con una felicità a basso prezzo, riempiendo il vuoto col nulla, si torna all’essenziale”. Su questi temi artisti ed intellettuali si confronteranno secondo approcci diversi: dalla poesia alla danza, dalla musica al teatro, dall’arte alla fotografia al cinema. Il programma della due-giorni prevede per entrambi alle ore 20:00 un piccolo buffet essenziale offerto dal festival.

La declinazione delle parole Errore e Incanto. Il Festival ha inizio con i saluti del direttore artistico Davide Rondoni e di Massimo Ciambotti, Presidente della Fondazione Claudi. A seguire si parla di Errore nel dibattito ‘Guerra errore di prospettiva: non Dio, ma io’, a richiamare il tema della Misericordia nell’anno giubilare e nell’attualità: intervengono Enrico Bertoni, Direttore del Museo interreligioso di Bertinoro;Franco di Mare giornalista Rai; Rodolfo Casadei, giornalista e scrittore, moderati dalla giornalista Elisa Calessi. L’Errore è quindi declinato nella musica, con il chitarrista Costantino Caruccio, quindi nel cinema, con la presentazione del cortometraggio Scotoma, del registaGipo Fasano

Al centro della serata la parola Incanto, ovvero il tema dellameraviglia e della necessità di continuare a stupirsi, con ‘Dare forma all’incanto’, esibizione del Maestro liutaio Michel Eggimann; quindi con ‘Il corpo, un linguaggio che canta’, e la danzagrazie all’esibizione di Francesca Trenta, danzatrice di balli popolari e coreografa. Infine, l'Incanto con il sorriso, nell’intervento dell’attore e cabarettista Angelo Di Gennaro

La declinazione di Esilio e Amicizia. La prima parola-guida, di strettissima attualità toccando il tema delle migrazioni con il monologo ‘Ci aspettano per ballare’, dell’attrice Lorena Ranieri. Quindi, L'incompiuto come esilio della forma con Beatrice Buscaroli, storica dell’arte e autrice del volume "Una vita non basta. Vita e genio di Michelangelo” (edizioni San Paolo). L’Amicizia, concetto sempre più snaturato nel mondo dominato dai social networks e dalle guerre contro il Diverso, nell’esperienza, con la testimonianza del saggista Maurice Bignami, ex terrorista di Prima Linea convertito e Claudio Di Loreto. Quindi, l’Amicizia nella letteratura, con concerto di canti, letture di poesie e racconti; un brindisi finale chiuderà la giornata e il Festival.

Il Piccolo Festival dell'Essenziale è promosso dalla Fondazione Claudi e da Amici di Marzo, in collaborazione con alcune giovani realtà romane non profit come il Centro Culturale Roma e gode del patrocinio dell'AIC - Associazione Italiana dei Centri Culturali.

Stampa/PDF
Piccolo festival dell'essenziale