Premio Civetta di Minerva: la premiazione

Stampa/PDF

Giunge a conclusione la quarta edizione del Premio “Civetta di Minerva – Antonio Guerriero”: presso il Centro sociale “Giovanni Paolo II” di Starze di Summonte, si è tenuta la cerimonia di premiazione con la presentazione dei tre finalisti, scelti tra 44 opere edite partecipanti, e la scelta del vincitore del primo premio.

Dopo la Giuria Tecnica, che ha selezionato le opere finaliste, sarà ora la Giuria Popolare, composta da 20 persone di diversa età e formazione, a decretare il vincitore del Premio “Civetta di Minerva – Antonio Guerriero”, promosso dall’Associazione “Spazio Incontro” presieduta daOrnella Adiglietti, con il patrocinio morale della Provincia di Avellino e Comune di Summonte. Il vincitore ha ricevuto una scultura del maestro Giovanni Di Nenna.

All’evento erano presenti gli autori dei libri finalisti: 

Antonio Alleva, Ultime corrispondenze dal villaggio, Il ponte del sale, 2016

Francesco Iannone, Pietra lavica, Aragno, 2016;

Eleonora Rimolo, Temeraria gioia, Giuliano Ladolfi Editore, 2017;

La targa per il Premio Irpinia, è stata consegnata a Rossella Luongo per il libro “Ieri e domani” (Edizioni Ensemble, 2017).

Presente Paolo Valesio, poeta e studioso di letteratura tra i più autorevoli del panorama internazionale, a cui è stato assegnato il Premio Opera Poetica.

Sono state consegnate anche le pergamene ai segnalati presenti: Ferruccio Brugnaro, Le follie non sono più follie, Pellicano, 2017; Manuel Cohen, Tutte le voci, Arcipelago Itaca, 2016; Vincenzo D’Alessio, Dopo l’inverno e altre poesie, Fara editore, 2017; Anna Elisa De Gregorio, Un punto di biacca, La vita felice, 2016; Annamaria Ferramosca, Andare per salti, Arcipelago Itaca, 2017;Anna Marchitelli, Certe stanze, Manni, 2017; Evaristo Seghetta Andreoli, Paradigma di esse, Passigli, 2017; Antonio Spagnuolo, Non ritorni, Robin edizioni, 2016.

Erano presenti le autorità e i membri della Giuria Tecnica, presieduta da Domenico Cipriano e composta da Raffaele BarbieriCosimo Caputo, Francesco Filia e Carlangelo Mauro, che ha scelto i finalisti nella prima fase del premio. La Giuria Popolare sarà invece composta daMasiello Gerardo Nicola (Presidente), Matarazzo Anna Sarah, Carullo Fiorenzo, Cucciniello Stefano, Dello Russo Carmine, Pasquale Assuntina, Cucciniello Angela, Di Pietro Fausto, Di Sapio Antonio, Dello Russo Caterina, Tirri Marika, Eleuterio Tommaselli, Ercolino Carmela, Tangredi Sara, Francesca Ferulli, Dello Russo Virginia, Bordone Livia, Giordano Giuseppe, Riccardi Marika, Della Sala Ersilia.

A presentare la cerimonia di premiazione è stato Raffaele Barbieri, nelle scenografie allestite daBianca Pacilio. La lettura delle poesie poesia sarà affidata agli stessi poeti finalisti, mentre le musiche al duo jazz composto dai fratelli Nico e Giuseppe D’Alessio..

L’obiettivo del concorso letterario è stato quello di dare la possibilità ai cittadini di avvicinarsi al mondo della poesia contemporanea, favorendo la lettura e l’incontro con i protagonisti di un’arte tanto diffusa quanto poco conosciuta. L’Associazione Spazio Incontro è impegnata infatti nel favorire la diffusione della cultura all’interno del territorio della provincia di Avellino. Proprio con questo scopo, dieci anni fa, nasceva l’associazione di volontariato, che ha tra i suoi fondatori proprioAntonio Guerriero, prematuramente scomparso nel 2008, e sempre pronto a prodigarsi per la divulgazione della conoscenza soprattutto a vantaggio dei più giovani.

Stampa/PDF
Premio Civetta di Minerva: la premiazione