Premio Penisola Sorrentina 2017

Stampa/PDF
Alla Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli, il 24 e 25 marzo prossimi, sarà presente il prestigioso Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”, il format di cultura e spettacolo ideato e diretto da Mario Esposito, giunto quest'anno alla ventiduesima edizione, ed organizzato dall’Associazione culturale Il Simposio delle Muse di Piano di Sorrento. Il primo appuntamento per la promozione della rassegna nazionale itinerante, che promuove da più di venti anni l’immagine culturale di Piano di Sorrento contestualizzandola all’interno dell’intero sistema turistico dell’intera Penisola Sorrentina è quindi  in programma alla Mostra d’Oltremare di Napoli il 24 e il 25 marzo.

A partecipare alla fiera del turismo mediterraneo saranno il presidente del premio 
Mario Esposito, l’attore Antonio Salvoni e l’artista Giuseppe Leone, reduce dal grande successo della mostra “Il Viaggio”, organizzata dall’Associazione Il Simposio delle Muse in collaborazione con l’Associazione Amici di Palazzo della Meridiana, a gennaio scorso, a Genova presso Palazzo Meridiana (sito Unesco inserito nel circuito dei Rolli) per la promozione del cammeo di Torre del Greco.

Il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” anche quest’anno conferma quindi di voler essere un grande contenitore di eventi trasversali, capaci di attirare l’attenzione di operatori culturali, giornalisti e soprattutto grande pubblico, muovendosi con una offerta culturale articolata su tutto il territorio nazionale.

Tra i protagonisti, che campeggiano nell’annuario del Premio “Penisola Sorrentina” e che sarà in distribuzione gratuita durante la fiera turistica internazionale di Napoli all’interno del padiglione istituzionale della Regione Campania, si ricordano i giornalisti
Klaus Davi e Toni Capuozzo oltre che gli attori Leo Gullotta e Luca Barbareschi, direttore del Teatro Eliseo.

Si riparte per il 2017 con entusiasmo e coraggio, audacia e passione: sono questi gli ingredienti fondamentali che anche i tempi inquieti e difficili, all’interno dei quali gli operatori culturali spesso sono costretti a vivere, non possono mai dissolvere. Cercheremo di declinare anche quest’anno per la ventiduesima edizione della Kermesse artistico-letteraria una nuova formula organizzativa, nel segno dell’innovazione e soprattutto della continuità, che già di per sé resta la più grande sfida” ha spiegato il direttore del Premio Mario Esposito.
Stampa/PDF
Premio Penisola Sorrentina 2017